Unione Pescara-Montesilvano-Spoltore, passa mozione del M5S: ‘D’Alfonso non può ignorare esito del referendum’

2' di lettura 19/07/2015 - A 14 mesi dallo storico referendum che ha sancito la volontà dei cittadini di istituire l’area metropolitana con la fusione dei Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore, cui aveva fatto seguito il silenzio assoluto da parte del governo regionale, importanti novità arrivano proprio dal capoluogo adriatico con l’approvazione di una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle.

“Con l’approvazione della mozione presentata – spiega il consigliere regionale Riccardo Mercante - il Consiglio comunale di Pescara ha ribadito l’esigenza di procedere, il prima possibile, alla nascita della Nuova Pescara”.

Come evidenziato in una nota del M5S, la stessa iniziativa sarà riproposta nei prossimi giorni negli altri Comuni interessati. “I cittadini chiamati al referendum sulla fusione – ricorda Mercante – hanno dimostrato, con il 64% dei sì, di essere favorevoli alla nascita di un nuovo, grande Comune. Da allora è trascorso più di un anno nell’inerzia del governo regionale, nonostante la proposta di legge da noi presentata a ottobre e le sollecitazioni e istanze di comitati e cittadini”.

Numerosi i vantaggi conseguenti la fusione, sia sul piano politico che economico. “La nascita di un’unica grande realtà municipale – spiega il consigliere - consentirebbe di risolvere le numerose criticità, soprattutto di carattere economico, dei tre Comuni, attraverso le ingenti risorse che arriverebbero dallo Stato, la razionalizzazione dei servizi, le economie di scala e la riduzione di spese superflue. In tal modo sarebbe possibile migliorare e implementare i servizi riducendo al contempo le aliquote di tasse e tributi e, soprattutto, creare un polo metropolitano in grado di assumere una posizione centrale all’interno della macroregione adriatica”.

La risoluzione, appoggiata anche dal sindaco Marco Alessandrini, di fatto mira a sollecitare il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso (foto) a intraprendere fattivamente il percorso che porterà alla nascita della Nuova Pescara, facendo seguito a quanto espresso chiaramente dai cittadini attraverso il referendum.






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2015 alle 11:56 sul giornale del 20 luglio 2015 - 812 letture

In questo articolo si parla di referendum, politica, pescara, montesilvano, Riccardo Mercante, Paolo di Toro Mammarella, Comune di Pescara, luciano d'alfonso, spoltore, M5S abruzzo, marco alessandrini, grande pescara, articolo, nuova pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/al9A





logoEV