SEI IN > VIVERE PESCARA > POLITICA
articolo

Strada Parco, resi noti i risultati del sondaggio di ‘Pescara Mi Piace’: il 55% dice sì al parcheggio

2' di lettura
598

Alle 15.30 di oggi, e a dieci giorni esatti dal lancio, si è chiuso ufficialmente il sondaggio promosso dall’associazione ‘Pescara Mi Piace’ sulla spinosa questione dei parcheggi sulla Strada Parco.

“I cittadini – spiega Berardino Fiorilli, ex sindaco di Pescara e promotore dell’iniziativa – si sono espressi favorevolmente sulla proposta di utilizzo dell’ex tracciato ferroviario, nel solo periodo estivo e nei fine settimana, come parcheggio per alleviare il disagio degli utenti delle nostre spiagge”.

In tutto sono 878 i cittadini che hanno espresso una preferenza sia sulla pagina Facebook dell’associazione che attraverso il coupon cartaceo distribuito in spiaggia: il 55% di questi (485 votanti) si è detto favorevole alla proposta, mentre i ‘contrari’ sono 393 (45%). “Ora consegneremo i risultati all’amministrazione comunale – prosegue Fiorilli - affinché prenda atto della realtà, ossia di governare senza rappresentare gli interessi veri della città”.

Incassato il sì dei pescaresi che hanno accettato di partecipare al mini-referendum, l’ex vicesindaco rispolvera il suo vecchio piano parcheggi e attacca a testa bassa la Giunta di Centrosinistra: “Parliamo di mille posti auto e di un esperimento che ho personalmente voluto e lanciato negli anni scorsi, riscontrando un grandissimo successo in termini di utenza, e peraltro senza nulla togliere ai residenti dell’ex tracciato ferroviario. Purtroppo, mentre il sondaggio andava avanti, i pescaresi hanno vissuto altri due fine settimana di fuoco sul fronte della viabilità, con le solite centinaia di auto in coda sul lungomare, l’ennesima pioggia di multe per i parcheggi selvaggi, decine di auto rimosse e il parcheggio delle aree di risulta, ovviamente, vuoto. Il tutto nell’indifferenza più totale del sindaco Alessandrini, completamente assente su una tematica tanto delicata e strategica”.

“Il sondaggio – conclude - non ha pretese scientifiche, ma ci ha permesso di tastare il polso del territorio e non lascia spazio a dubbi: i pescaresi e anche i cittadini che vengono dalla provincia vogliono il ripristino del parcheggio sulla cosiddetta Strada Parco".




Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2015 alle 17:10 sul giornale del 16 luglio 2015 - 598 letture