SEI IN > VIVERE PESCARA > SPETTACOLI
articolo

Coppa Acerbo, la città torna indietro nel tempo grazie alle auto d'epoca. Trionfo del pescarese Mauro Giansante

2' di lettura
558

Pescara vince due volte alla seconda rievocazione della Coppa Acerbo: lo storico ‘Circuito di Pescara’ regala grandi emozioni ai cittadini giunti in massa all’evento chiudendosi con l’inatteso trionfo di Mauro Giansante.

Giansante, avvocato pescarese assiduo frequentatore della Mille Miglia, ha infatti tagliato per primo il traguardo della Coppa Acerbo a bordo della sua Ermini Sport 1100, precedendo la coppia Lorenzoni-Monti (Stanguellini) e la giornalista Rai Francesca Grimaldi (Jaguar), anche lei pilota e grande appassionata di corse.

In un’infuocata mattina di mezza estate, Pescara ha rivissuto la corsa che dal 1924 al 1961 ha portato in città i migliori piloti e le migliori case costruttrici del mondo, con presenze che all’epoca superavano quota 200mila.

Tra i protagonisti dell’evento c’è il presidente del Consiglio comunale Antonio Blasioli, che oltre ad aver promosso la rievocazione è stato impegnato in prima persona nella competizione. Dopo aver dato ufficialmente il via con tanto di bandiera ai bolidi posizionati in piazza Duca (foto in alto), Blasioli è infatti salito a bordo di una delle vetture in gara rivestendo in questo caso i panni del navigatore (foto in basso).

“E' stata un'esperienza emozionante – ha commentato il presidente –, uno spettacolo che si è svolto davanti agli occhi di migliaia di persone. Alla storica partenza/traguardo di Piazza Duca degli Abruzzi c'era una folla variegata, composta da appassionati, famiglie, bambini, turisti, ma soprattutto tante persone che ricordavano le ultime manifestazioni del Circuito di Pescara. L'ultima fu nel 1961, ma la storia della corsa è gloriosa: mi piace ricordare ai nostri concittadini che per un anno fu anche Circuito di Formula 1. Per non parlare del fatto che nel 1957 la città si trovò iscritta nel Guinness dei Primati perché con i suoi 25.579 metri il Circuito risultò il percorso di Formula 1 più lungo della storia, e il record non è stato mai battuto”.

Incassato questo bel risultato, il proposito è ripartire l’anno prossimo con la terza edizione: “L'appuntamento è fissato al 2016 – promette Blasioli -, costruiremo l’evento insieme a quanti coltivano una passione così grande per le auto d'epoca”.





Questo è un articolo pubblicato il 13-07-2015 alle 09:20 sul giornale del 14 luglio 2015 - 558 letture