Il mistero del cadavere nel fiume: Polizia indaga su anziano scomparso

1' di lettura 03/07/2015 - Nella tarda serata di ieri, giovedì 2 luglio, scrutando nel buio un passante ha notato qualcosa di strano affiorare dalle acque del fiume Pescara. Partita la segnalazione, nel giro di pochi minuti al Porto canale sono intervenuti gli uomini della Capitaneria, la Polizia e un’ambulanza del 118.

L’intervento delle forze dell’ordine ha permesso di accertare come i sospetti iniziali fossero tutt’altro che sbagliati: nelle acque del fiume i soccorritori hanno infatti ripescato il corpo di un uomo. Sulla base dei primi accertamenti dovrebbe trattarsi di una persona anziana, sul cui cadavere non sono stati trovati segni di violenza.

In base ad una prima descrizione delle spoglie, e considerato che il corpo dovrebbe essere rimasto in acqua per almeno 3-4 giorni, gli inquirenti ritengono che possa trattarsi di D.D.T., un 79enne di Pescara allontanatosi da casa circa una settimana fa. Domenica scorsa i familiari dell’uomo avevano denunciato la scomparsa, evidenziando come, a quanto pare, l’anziano già in passato aveva fatto perdere improvvisamente le sue tracce.

In attesa dell’eventuale riconoscimento, la salma è stata trasferita all’obitorio.

Aggiornamento del 5 luglio 2015: a 48 ore dal ritrovamento, gli accertamenti eseguiti dal medico legale Cristian D’Ovidio confermano che il corpo è effettivamente quello del 79enne scomparso da casa pochi giorni prima. L’autopsia ha evidenziato come la morte sia stata causata da annegamento.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2015 alle 11:57 sul giornale del 04 luglio 2015 - 521 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, cadavere, vivere pescara, fiume pescara, marco verri, articolo, molo di pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alsI





logoEV