Pallanuoto: luci alle Naiadi, Pescara abbatte la capolista (8-6). Capolavoro biancazzurro, sfiorata rissa nel finale

3' di lettura 03/05/2015 - Colpi di scena a non finire alle Naiadi nel big match della terzultima giornata di campionato tra le prime due della classe: dopo un’incredibile altalena di emozioni, Pescara batte la capolista Roma 2007 e sogna un clamoroso aggancio in vetta (8-6). (nella foto, un giovanissimo tifoso biancazzurro assiste alla partita)

L’attesissima resa dei conti tra i ragazzi di Franco Di Fulvio e i romani ha regalato ai tifosi un pomeriggio ad alta tensione, con una coda polemica che per poco non è degenerata in rissa.

Dopo una prima frazione all’insegna dell’equilibrio (1-1), nel secondo tempo la capolista ha preso il volo, portandosi sul 3-1 e dando la sensazione di poter chiudere agevolmente la gara. Giunti in riva all’Adriatico ancora imbattuti, i capitolini non hanno fatto i conti con la straordinaria capacità di reazione dei biancazzurri, capaci di ribaltare la situazione con un perentorio 4-1 nel terzo quarto. Nell’ultima frazione è accaduto di tutto, con l’uno-due degli ospiti nuovamente avanti di un punto e più volte a un passo dal chiudere la gara. A una manciata di minuti dalla fine l’Original Marines firma il definitivo contro-sorpasso fissando il risultato sull’8-6.

Oltre a consolidare il secondo posto e ridurre a 3 lunghezze lo svantaggio dalla vetta, con la vittoria di oggi i pescaresi hanno riscattato la sconfitta dell’andata imponendo il primo stop stagionale alla capolista. Una battuta d’arresto che però non è andata giù ai romani, scatenati nell’ultimo quarto contro l’arbitro e usciti tra i fischi dei tifosi. Al centro delle proteste, un presunto errore nel conteggio dei 30 secondi da parte del tavolo della giuria nel momento topico della gara. C’è voluta tutta l’esperienza di mister Di Fulvio per riportare la calma sulla panchina avversaria, con l’allenatore ospite in preda ad una crisi di nervi e prossimo a scatenare una rissa (foto in basso).

Le reti biancazzurre portano la firma di Casini (2), Di Nardo (2), D’Aloisio (2), Provenzano e Gobbi, mentre il grande equilibrio in vasca trova conferma anche nella gestione della superiorità numerica (2 su 10 Pescara, 2 su 9 Roma).

Nelle ultime due giornate della regular season l’Original Marines se la vedrà con Anzio (sabato 9 maggio) e Waterpolo Lazio (sabato 16 maggio).

Risultati e classifica (serie B – girone 3):

Waterpolo Bari - CC Lazio WP 12 - 8
Tirrena - Anzio N e PN 15 - 9
Pescara N e PN - Roma 2007 Arvalia 8 - 6
La Fenice PN Roma - Latina PN 8 - 9
P. Nuotatori Roma - Pol. Bustino 12 - 5

ROMA 2007 ARVALIA 43
PESCARA N E PN 40
WATERPOLO BARI 34
LATINA PALLANUOTO 28
LA FENICE PN ROMA 28
C.C.LAZIO WATERPOLO 21
TIRRENA 13
PALLANUOTISTI NUOTATORI ROMA 12
ANZIO N E PN 10
POL.BUSTINO 0








Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2015 alle 01:07 sul giornale del 04 maggio 2015 - 819 letture

In questo articolo si parla di pallanuoto, sport, pescara, Paolo di Toro Mammarella, articolo, franco di fulvio, pescara pallanuoto, naiadi, waterpolo, roma 2007

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiRc





logoEV