Il 25 aprile a Palazzo di Città con canti e balli, il sindaco invita i pescaresi: ‘Celebriamo la libertà’

2' di lettura 23/04/2015 - Un modo insolito e divertente per festeggiare il 70esimo anniversario della Liberazione: protagonista dell’iniziativa, denominata ‘Liberi di cantare e ballare’, è l’amministrazione comunale di Pescara, che il prossimo 25 aprile spalancherà le porte di Palazzo di Città ai cittadini per ricordare in modo consapevole e al tempo stesso spensierato una data cruciale della nostra storia.

L’evento, nato da una proposta di Anpi, Arci e Insmli, è stato presentato dal presidente del Consiglio comunale Antonio Blasioli e dal sindaco Marco Alessandrini. “Vogliamo mutuare dalla storia un gesto simbolico e significativo per la memoria – spiega Blasioli –, ovvero quello del primo sindaco di Milano dopo la Resistenza, Antonio Greppi, che aprì le porte del Municipio per festeggiare con la cittadinanza fra canti e balli la libertà appena riconquistata. Noi la sera del 24 faremo lo stesso nella Sala Consiliare, dove invitiamo famiglie e pescaresi grandi e piccoli a partecipare ad un ricordo speciale qual è quello della rinascita dopo il nazifascismo”.

“Il 25 aprile è di tutti – aggiunge Alessandrini - e oggi ci approssimiamo a festeggiare i 70 anni dal momento in cui abbiamo cominciato a respirare la libertà, che è un bene sempre prezioso, è quel valore di cui ti accorgi quando ti manca, per dirla con le parole di Calamandrei. Ci piace l'idea che il Comune sia la casa dei pescaresi e ci piace emulare un grande sindaco qual è stato Greppi, che accolse la gente con canti e balli per festeggiare la libertà”.

“Le cronache di allora – ricordano i responsabili del Comitato Arci di Pescara - ci raccontano di musiche e canti che salivano dalle macerie, di orchestrine improvvisate nei cortili, di migliaia di persone che segnalavano il loro desiderio di tornare alla pienezza della vita dopo anni di guerre e lutti. Non era spensieratezza, ma energia che riprendeva a fluire nelle vene della democrazia appena riconquistata”.

A partire dalle ore 22, la Sala del Consiglio comunale ospiterà un happening collettivo, con musiche dei DisCanto, rappresentazioni a cura del Deposito dei Segni e letture di Mario Massari. Nel corso della serata ANPI Pescara consegnerà a Emergency e al suo fondatore Gino Strada il “Premio 25 aprile”.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2015 alle 12:39 sul giornale del 24 aprile 2015 - 1239 letture

In questo articolo si parla di attualità, 25 aprile, liberazione, spettacoli, pescara, Comune di Pescara, vivere pescara, arci pescara, marco alessandrini, antonio blasioli, articolo, anpi pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aitJ





logoEV