Maxi operazione della Polizia a Pescara: Rom nel mirino, sequestrati beni per oltre 1 mln

polizia 1' di lettura 20/03/2015 - Maxi operazione della Polizia di Stato a Pescara: in collaborazione con il Nucleo Provinciale di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, la Questura ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro emesso dal Tribunale a carico di alcuni appartenenti a famiglie Rom.

L’operazione, scattata mercoledì 18 marzo, ha portato alla confisca di un immobile al piano terra di una villa, il cui piano superiore risultava già sottoposto a sequestro. Oltre all’appartamento, del valore commerciale di circa 250mila euro, le forze dell’ordine hanno sequestrato 7 autovetture e 2 libretti postali intestati a membri delle stesse famiglie.

Il blitz è stato disposto parallelamente all’applicazione di misure restrittive a carico di 5 persone, cui sono state confiscate altre due unità immobiliari. Gli immobili, del valore di circa 1 milione di euro, sono ubicati a Pescara e in provincia di Teramo.

L’operazione della Polizia di Stato si inserisce nel quadro di attività volte all’aggressione di patrimoni accumulati illecitamente da famiglie di etnia Rom residenti nel pescarese. Come riferito dalla Questura, dal 2007 ad oggi tali misure hanno portato al sequestro di beni per un valore complessivo di oltre 35 milioni di euro.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2015 alle 12:53 sul giornale del 21 marzo 2015 - 537 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, pescara, rom, vivere pescara, sequestro immobili, marco verri, articolo, famiglie rom

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ag1X





logoEV
logoEV