I ladri fanno festa in pieno centro: boutique presa d’assalto. Il sindaco: ‘Pescara vive momento difficile’

2' di lettura 12/03/2015 - Nessun furto organizzato, nessuna banda specializzata in ruberie notturne né, tantomeno, strumentazioni sofisticate per scassinare i locali: a depredare la nota boutique ‘Italiani’, sita in corso Umberto (foto), è stato qualcuno che, nel cuore della notte, ha semplicemente deciso di prelevare un tombino e utilizzarlo per spaccare la vetrina. Tutto questo, nel ‘cuore’ commerciale della città, a due passi da piazza Salotto.

Vittima dell’incursione dei ladri è la storica boutique dei fratelli Paolo e Giovanni Italiani, dove sono stati portati via alcuni abiti di alta moda e accessori. Il furto, avvenuto in piena notte, ha scatenato la protesta dei titolari del negozio e degli altri esercenti della zona, che hanno parlato di una situazione ormai insostenibile.

“E’ incredibile che qualcuno da un momento all’altro decida di sfondare una vetrina e fare il comodo suo, quando magari pochi minuti prima se ne stava seduto a un bar a chiacchierare”. La denuncia arriva da un negoziante del quartiere, che preferisce restare anonimo. “Quanto accaduto stanotte è un segnale chiarissimo: in centro non c’è nessun controllo, personaggi equivoci girano liberamente e si rendono protagonisti di azioni impensabili fino a qualche anno fa”.

“Non si tratta di furti tradizionali – conferma una ragazza residente in zona -, è evidente che siamo di fronte ad azioni improvvisate, che a loro volta denotano una scarsa attenzione delle autorità sul territorio”. In sostanza, i pescaresi descrivono una situazione di degrado che ormai è sotto gli occhi di tutti e che nei mesi scorsi ha costretto molti operatori ad abbassare la saracinesca.

Sulla faccenda è intervenuto il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini. “La città sta sicuramente attraversando un periodo complesso – ha dichiarato il Primo Cittadino -, oggi tante vulnerabilità viaggiano sullo stesso binario, da quella economica dell'Ente, a quella che interessa le famiglie. Il furto con ‘spaccata’ in uno dei negozi storici del centro cittadino è di certo un campanello di allarme che va raccolto e rilanciato sul tavolo dell'ordine e della sicurezza pubblica”.

"Agiremo da subito – assicura il sindaco - per evitare che si ripetano fatti di questo genere. Per rafforzare la sicurezza di una zona già colpita, ci accingiamo a potenziare il livello di controllo, ampliando il sistema di videosorveglianza nelle aree del centro”.






Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2015 alle 15:29 sul giornale del 13 marzo 2015 - 664 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, polizia, sicurezza, criminalità, degrado, Paolo di Toro Mammarella, marco alessandrini, polizia pescara, articolo, boutique italiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agDZ