Disoccupazione, segnali di ripresa a Pescara. D’Alessandro ci crede: ‘Presto 100mila posti di lavoro per gli abruzzesi’

2' di lettura 03/03/2015 - Lunedì 2 marzo l’Istat ha reso noti i dati mensili, trimestrali ed annuali della rilevazione sulla forza lavoro. A livello nazionale si registra un lieve aumento del numero di occupati rispetto al mese precedente (+11mila), mentre mostra qualche timido segnale di risveglio anche il dato annuale, che indica un incremento di 136mila posti di lavoro (+0,36%).

Per quanto riguarda il numero di disoccupati, oggi pari complessivamente a 3 milioni e 221mila unità, l’Istat registra un lievissimo aumento (+0,2%) rispetto ai dodici mesi precedenti, con il relativo tasso di disoccupazione inchiodato al 12,6%. A Pescara la situazione è grosso modo in linea con quella nazionale, visto che in tutta la provincia il numero di disoccupati risulta pari al 12,4%. Tra gli occupati, prevalgono nettamente i dipendenti (79mila unità), che risultano più che doppi rispetto agli autonomi (circa 34mila). Per quanto riguarda la Regione Abruzzo, il tasso di disoccupazione curiosamente è identico a quello relativo all’intero territorio nazionale, facendo segnare un lieve miglioramento rispetto ai 12 mesi precedenti.

“Dalle ultime rilevazioni Istat – ha commentato Camillo D’Alessandro, sottosegretario alla Giunta regionale - due sono i dati che vanno assunti a lettura e che sono descrittivi del cambio di rotta della Regione Abruzzo: torna a circolare nelle vene degli abruzzesi e nell’economia regionale la parola magica assente da troppo tempo, ovvero l’ottimismo fondato su una nuova prospettiva. Sono cinquemila in più gli occupati e per la prima volta le imprese che nascono sono maggiori in numero rispetto a quelle che chiudono: torna così ad essere abbattuta la mortalità delle aziende grazie al nuovo impulso della natalità imprenditoriale”.

“Ma siamo solo all’inizio – promette D’Alessandro - non appena avremo ricondotto la potenza della Regione ad essere pienamente dispiegata per trasformare l’Abruzzo in una terra più facile e veloce per le imprese, siamo convinti che le imprese operanti e destinate a crescere in numero possano dare vita a centomila posti di lavoro nell’arco dei prossimi anni. Si tratta di non mollare un attimo e di accompagnare la rinascita dell’intrapresa privata con una nuova stagione di investimenti pubblici”.

A margine del suo intervento, il sottosegretario ha annunciato che il prossimo 11 marzo il Governatore Luciano D'Alfonso e il vicepresidente Giovanni Lolli firmeranno i Contratti di Sviluppo della Regione a Pescara. “Le aziende beneficiarie saranno 11 per complessivi 12,7 milioni di contributo riconosciuto – precisa D’Alessandro -, questi sono i fatti con cui portiamo avanti la nostra attività amministrativa”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2015 alle 16:04 sul giornale del 04 marzo 2015 - 687 letture

In questo articolo si parla di lavoro, economia, disoccupazione, pescara, istat, Abruzzo, vivere pescara, luciano d'alfonso, camillo d'alessandro, articolo, giovanni lolli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agbf





logoEV
logoEV