Calcio: Sansovini batte anche il Crotone, il Pescara vola (2-1)

2' di lettura 03/03/2015 - Continua il volo del Pescara di Marco Sansovini: per la terza volta consecutiva è il 'sindaco' a regalare i 3 punti al Delfino con una strepitosa magia nel finale di gara. A fare le spese del totem biancazzurro in questo caso è il Crotone, battuto 2-1 al termine di una gara equilibratissima. (foto da pescaracalcio.com)

Contro l'ultima in classifica, Marco Baroni propone Memushaj, Selasi e Bjarnason alle spalle delle due punte, con Politano a fare da sponda con il reparto avanzato.

Dopo 25' minuti senza sussulti, il Pescara si sveglia con una giocata di Matteo Politano, che finalizza una bella discesa in area con un sinistro di poco fuori. Un minuto dopo è Mutate a sfiorare il vantaggio sparando alto da buona posizione. Il Delfino continua a premere con due conclusioni di Politano (punizione al 30'pt e bordata da fuori al 40'pt) ma per arrivare al vantaggio bisogna attendere la ripresa: da un'azione partita dal piede di Marco Sansovini, Ferrari trattiene fallosamente Bjarnason in area regalando a Memushaj la chance dagli undici metri. L'albanese dal dischetto spiazza Cordaz e porta il Pescara in vantaggio (6' st).

Ma il Crotone è ancora vivo e dopo una manciata di minuti agguanta il pari con Ciano (14'st). A quel punto i padroni di casa perdono intensità lasciando il campo ai calabresi,più volte pericolosi in contropiede. Al 34'st arriva però la magia del sindaco, che con un fantastico sinistro a giro riporta il Pescara in vantaggio. Finale convulso, con l'espulsione di Bjarnason per doppia ammonizione (40' st) e il Crotone che a tempo scaduto va vicinissimo al pari, ma nella furiosa mischia davanti a Fiorillo nessuno riesce a scoccare la zampata vincente.

Al fischio finale, i tifosi chiamano sotto la curva l'eroe della serata: il Pescara di Sansovini vola.

Nel prossimo match con il Vicenza, in programma ancora allo stadio Adriatico, oltre a rinnovare il più antico gemellaggio d’Italia i biancazzurri avranno la possibilità di agganciare le primissime posizioni in classifica. I veneti, che attualmente occupano il terzo posto, sono distanti appena 5 punti, e l’occasione pare ghiottissima per tentare un clamoroso rilancio al vertice.


Il tabellino del match:

Pescara - Crotone 2-1

PESCARA: (4-4-2): Fiorillo, Zampano F., Salamon, Zuparic, Rossi, Politano (Caprari 29'st), Selasi (Brugman 43'pt), Memushaj, Bjarnason, Sansovini (Gessa 42'st), Melchiorri. A disp: Aldegani, Pucino, Boldor, Abecasis, Pettinari, Paolucci. All: Baroni

CROTONE: (4-3-3): Cordaz, Zampano G., Claiton (Gigli 29'st), Ferrari, Martella, Dezi, Matute (Padovan 36'st), Maiello, Ciano, Torregrossa, Stoian (Ricci 17'st). A disp: Stojanovic, Galardo, Rodrigues, De Giorgio, Rabusic, Balasa. All: Drago

Arbitro: Ros di Pordenone

Reti: Memushaj 6'st (rig), Ciano 14'st, Sansovini 34' st

Note: al 40'st espulso Bjarnason per somma di ammonizioni






Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2015 alle 22:11 sul giornale del 04 marzo 2015 - 972 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, calcio, pescara, serie B, crotone, vivere pescara, pescara calcio, stadio adriatico, marco baroni, marco sansovini, matteo politano, articolo, birkir bjarnason, ledian memushaj, crotone calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agcZ





logoEV
logoEV