Calcio, Pescara irriconoscibile: a Latina una sconfitta che fa male. Baroni: ‘Squadra in difficoltà’

2' di lettura 16/02/2015 - E’ un Marco Baroni decisamente amareggiato quello che, in sala stampa, ha commentato senza mezze misure la brutta sconfitta del Pescara a Latina. 'Abbiamo subito troppo – spiega il tecnico – e non siamo stati capaci di reggere il ritmo dei nostri avversari. Il Latina è stato superiore nella voglia e nella cattiveria, soffocando la nostra qualità e le fonti di gioco'.

“Ancora una volta – prosegue Baroni – alla squadra sono mancate l’attenzione e la giusta determinazione, e in un campionato come questo quando giochi così il risultato è segnato”. In effetti pare difficile dare un senso a una gara in cui i biancazzurri sono sembrati lontani parenti della squadra che a gennaio aveva incantato il pubblico.

Nonostante l’evidente superiorità degli avversari, vicinissimi al gol in più occasioni, al 38’ pt il Delfino ha avuto la grande occasione per portarsi in vantaggio, ma Memushaj ha spedito fuori il rigore concesso per atterramento di Melchiorri. E se da una parte Fiorillo ha fatto letteralmente i miracoli, bloccando a più riprese gli scatenati attaccanti pontini, il resto della squadra ha continuato a sbandare paurosamente, fino alla resa finale. La mazzata è arrivata al 37’st, con il colpo di mano in area di Pucino che costa rigore ed espulsione. Proprio lì si è chiusa la partita, con Viviani che non fallisce dal dischetto e allo scadere firma anche il colpo del definitivo ko.

Il 2-0 finale consente al Latina di abbandonare l’ultimo posto in classifica, allontanando il Pescara dalla zona playoff. ‘E’ un campionato difficile e molto equilibrato – ha concluso Baroni -, ma noi dobbiamo essere pronti a ripartire con grinta e soprattutto grande concentrazione”.

La squadra è avvertita, visto che nel posticipo di domenica 22 febbraio all’Adriatico arriverà il Catania del grande ex Pippo Maniero.

Il tabellino del match:

LATINA: (4-3-3): Di Gennaro; Angelo, Dellafiore, Brosco, Alhassan; Valiani, Viviani, Crimi; Ristovski, Litteri, Paolucci (20' st Sowe). All. Iuliano. A disp: Farelli, Bruscagin, Bouhna, Talamo, Ammari, Bidaoui, Jaadi, Figliomeni
PESCARA: (4-4-2): Fiorillo; Pucino, Fornasier, Salamon, Rossi; Politano (31' st Pasquato), Bruno (16' pt Selasi), Memushaj, Bjarnason; Caprari (17' st Sansovini), Melchiorri. All. Baroni. A disp: Aldegani, Zampano, Zuparic, Brugman, Pettinari, Gessa.

Arbitro: Roca di Foggia
Reti: 38' st (rig.) e 45' st Viviani
Note: al 38’ pt Memushaj ha calciato fuori un calcio di rigore. Espulso Pucino al 37’ st.






Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2015 alle 11:18 sul giornale del 17 febbraio 2015 - 895 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pescara, serie B, latina, Paolo di Toro Mammarella, pescara calcio, latina calcio, marco baroni, articolo, stefano pettinari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/afsJ





logoEV