‘Smetti&Vinci’: Leandro Bracco (M5S) dichiara guerra alle ludopatie. Abruzzo maglia nera in Italia

1' di lettura 01/02/2015 - ‘E' una piaga della società contemporanea. Un cancro le cui metastasi, oltre a portare alla rovina il singolo individuo, devastano interi nuclei familiari andando di conseguenza a corrodere le radici sane della società'. Con queste parole il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Leandro Bracco ha presentato la proposta di Legge n° 64/2015, che mira a contrastare il fenomeno delle ludopatie.

“E' uno di quei mali che in maniera subdola s'insinua dapprima nella coscienza – ha spiegato Bracco - facendo leva sulle debolezze di ognuno di noi. Debolezze la cui fonte può avere diverse spiegazioni: solitudine, mancanza di un lavoro, disamore verso la vita”.

Scenario della presentazione dell’iniziativa di Bracco è ‘Smetti&Vinci’, un convegno sulle ludopatie tenutosi sabato 31 gennaio presso il Grande Albergo Abruzzo di Chieti. Nel corso dell’incontro sono stati snocciolati i dati di un fenomeno inquietante, che vede la nostra regione tra le più colpite in tutto il Paese.

I giocatori abituali in Italia sono circa 15 milioni, di cui ben 2 milioni considerati a forte rischio. L'industria del gioco d'azzardo prospera in tutto il territorio nazionale, con ben 5mila aziende attive, 12mila addetti, 400mila slot machine e 6.181 punti autorizzati. In Abruzzo, in base al dato ufficiale fornito da Lottomatica, si registra una spesa pro capite di 2.100 euro l'anno per giocare, cifra che colloca la regione in cima alla classifica nazionale.

“Dovere delle istituzioni – ha concluso il consigliere del M5S - è affrontare la questione, arginare il fenomeno e tentare di trovare una soluzione. L'obiettivo è uno e solo uno: una società migliore”.






Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2015 alle 16:59 sul giornale del 02 febbraio 2015 - 1089 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Abruzzo, chieti, gioco d'azzardo, Movimento 5 Stelle, ludopatia, Paolo di Toro Mammarella, vivere pescara, M5S abruzzo, articolo, leandro bracco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aeMp