Libri non pagati, Guerino Testa alza il tiro: ‘Il sindaco fornisca subito l’elenco dei debiti’

2' di lettura 30/01/2015 - Dopo l’infuocata seduta del Consiglio comunale dello scorso 26 gennaio, conclusa con il rinvio della delibera presentata dalla maggioranza, torna nell’occhio del ciclone la questione dei libri ordinati e mai pagati dalla vecchia Giunta guidata da Luciano D’Alfonso.

Il debito, maturato nel 2008, quando l’attuale Governatore regionale era sindaco di Pescara, dopo una transazione con il creditore - la casa editrice Carsa - è passato da 100mila euro a 47mila, ma l’opposizione non ci sta e dopo la bocciatura della delibera passa al contrattacco.

Ad intervenire in questo caso è Guerino Testa (foto), capogruppo del Nuovo Centrodestra in Consiglio comunale e membro della Commissione Finanze. Testa ha inviato una lettera al dirigente del settore Avvocatura del Comune, Paola Di Marco, e per conoscenza al sindaco Marco Alessandrini, che è delegato al Contenzioso. Nella missiva, l’ex Presidente della Provincia chiede di far luce immediata su una vicenda dai contorni ancora oscuri.

Nel dettaglio, il capogruppo Ncd chiede al dirigente di "avere l’elenco analitico, aggiornato in data odierna, delle situazioni giuridiche debitorie maturate dall’Ente ed ancora in corso di definizione", ovvero "l’elenco dei debiti fuori bilancio che verrà portato all’esame degli organi competenti per il relativo riconoscimento, l’elenco analitico delle procedure transattive in corso ai fini della risoluzione stragiudiziale delle controversie e l’elenco dei procedimenti giudiziari in corso conseguenti a procedure di opposizione da parte dell’Ente relative a forniture di beni e servizi".

In relazione a "tali precedenti", Testa intende visionare "la relativa documentazione". "Voglio comprendere cioè - spiega lo stesso leader del Ncd commentando la lettera - qual è la situazione globale delle spese pregresse da affrontare anche per capire, con gli altri consiglieri, che possibilità ha il Comune di far fronte ad impegni che sono stati assunti in passato per motivi più o meno condivisibili da chi ci ha preceduti".






Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2015 alle 10:39 sul giornale del 31 gennaio 2015 - 1273 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, pescara, mauro febbo, guerino testa, Paolo di Toro Mammarella, Comune di Pescara, luciano d'alfonso, camillo d'alessandro, eugenio seccia, M5S pescara, articolo, erika alessandrini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aeHf





logoEV