SEI IN > VIVERE PESCARA > SPORT
articolo

Gli azzurrini danno spettacolo all'Adriatico: Serbia rimontata, qualificazione a un passo (3-2)

2' di lettura
614

Spettacolare rimonta degli azzurrini guidati da Gigi Di Biagio allo Stadio Adriatico di Pescara: sotto di 2 reti dopo una manciata di minuti, la nazionale Under 21 ha trovato la forza per reagire, completando una clamorosa rimonta e battendo 3-2 i pari età della Serbia.

L'avvio è da brividi, con la Serbia che prima mette a segno la rete del vantaggio con Pesic (8') e poi, dopo appena 5', piazza il colpo dell'apparente ko. Al 13' infatti lo stesso Pesic infila per la seconda volta la porta degli azzurri, con una incornata a due passi dal portiere Bardi. Un doppio colpo che manda in bambola gli azzurri, che rischiano a più riprese il tris.

Al 23' della prima frazione, con la spinta dei tifosi pescaresi sugli spalti, ci pensa però Belotti a ridare speranze al team di Di Biagio, firmando da pochi passi la rete del 2-1. E' lo stesso Belotti, a tempo abbondantemente scaduto, a procurarsi e trasformare il penalty del 2-2 (49' pt).

Sulle ali dell'entusiasmo, gli azzurri nella ripresa alzano il baricentro del gioco e vanno vicini in diverse occasioni alla rete del vantaggio. Al 20' arriva l'occasione più ghiotta, con Berardi che centra il palo. E' lo stesso attaccante del Sassuolo a riscattarsi poco dopo, regalando la rete del 3-2 grazie ad una poderosa staffilata (30' st): una rete bellissima, che corona una rimonta spettacolare salutata con entusiasmo dai tifosi pescaresi.

Chiusa la pratica Serbia, gli azzurrini incassano 3 punti forse decisivi per la qualificazione agli Europei 2015: per avere la certezza matematica, adesso basterà superare la nazionale di Cipro, già eliminata, nell'ultimo incontro del girone, in programma martedì 9 settembre al Patini di Castel di Sangro.



Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2014 alle 12:14 sul giornale del 08 settembre 2014 - 614 letture