SEI IN > VIVERE PESCARA > CRONACA
articolo

‘Ti taglio la gola': terzo arresto per l’ex marito di una pescarese

1' di lettura
577

Un’ossessione che sembra non avere mai fine, quella di un 56enne di Pescara, arrestato per la terza volta venerdì mattina, davanti all’ufficio dove lavora la ex moglie. Al centro delle sue manie c’è proprio lei, pescarese, che ha più volte denunciato le molestie del coniuge. (foto d'archivio)

L’uomo è stato arrestato alle prime luci dell’alba da due agenti della Polizia di Stato: a seguito di ripetute minacce rivolte alla ex moglie, è stato rintracciato davanti al luogo di lavoro di quest’ultima, in pieno centro cittadino. E’ bastato questo per far scattare le manette, visto che il 56enne era già destinatario di un divieto di avvicinamento emesso dal Tribunale di Pescara lo scorso marzo.

Ma la vicenda ha dei trascorsi molto lontani nel tempo: già nel 2012 lo stalker aveva minacciato in diverse occasioni la sua vittima, finendo agli arresti domiciliari. Considerata la buona condotta, l’uomo era stato rimesso in libertà e si era visto recapitare l'ennesimo divieto di avvicinamento, già violato prima dell’arresto.

L’ultimo capitolo, qualche giorno fa, quando la signora ha ricevuto un inquietante sms, in cui l’ex marito minacciava di tagliarle la gola all’uscita dal luogo di lavoro. Fortunatamente, la vittima ha allertato le forze dell’ordine, che hanno rintracciato lo stalker proprio lì, a due passi dall’ufficio, probabilmente in attesa di colpire. In tasca, gli agenti della Squadra Volante hanno trovato un taglierino e lo hanno arrestato. Sottoposto agli arresti domiciliari, l’uomo sarà processato a settembre.



Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2014 alle 15:59 sul giornale del 25 agosto 2014 - 577 letture