SEI IN > VIVERE PESCARA > CRONACA
articolo

Pesca abusiva e senza controlli, sequestrati 1300 kg di vongole destinate ai consumatori

1' di lettura
654

1300 kg di vongole da destinare ai consumatori senza i prescritti controlli sanitari: era questo il proposito delle operazioni abusive sventate dal Compartimento Marittimo di Pescara.

Durante un’intensa attività di Polizia Marittima lungo il litorale della Provincia di Pescara, sono stati infatti sequestrati 250 kg di vongole pescate irregolarmente da una imbarcazione adibita alla pesca professionale. Le vongole, destinate alla vendita abusiva, sarebbero finite sulle tavole dei consumatori senza che ne fosse stata accertata la provenienza.

Semplice il metodo adottato dai pescatori per eludere i controlli: le vongole venivano trasportate a terra da barchini che, alle prime luci dell’alba, le caricavano direttamente dai pescherecci per poi scaricarle in spiaggia.

L’operazione di Polizia Marittima è stata quindi estesa anche a Giulianova, dove due pattuglie hanno fermato via mare due motopescherecci intenti a raccogliere vongole ad una distanza inferiore a 300 metri dalla costa, sequestrando altri 300 kg ed elevando una sanzione amministrativa pari a 4 mila euro.

Stesso copione a Roseto degli Abruzzi, dove gli operatori hanno sorpreso un altro barchino che trasportava 700 kg di vongole, in attesa di essere portate a terra. Dopo il sequestro, le vongole sono state rigettate in mare.



Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2014 alle 10:17 sul giornale del 23 agosto 2014 - 654 letture