SEI IN > VIVERE PESCARA > CRONACA
articolo

Tre anni senza calcio per il lanciatore di petardi dell'Adriatico: arriva il Daspo

1' di lettura
621

Come previsto, nel pomeriggio di ieri (martedì 19 agosto, n.d.r.), il tifoso di 21 anni che domenica sera ha lanciato petardi nel corso del match Pescara – Renate ha ricevuto il Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive. (foto d'archivio)

Come si ricorderà, in occasione dell’esordio stagionale del Pescara allo Stadio Adriatico nel secondo turno di Coppa Italia, il ragazzo aveva lanciato petardi sul campo di gioco. Il 21 enne, incastrato dalle immagini delle telecamere di sicurezza installate allo stadio, al termine dell’incontro è stato arrestato dalla Digos e sottoposto agli arresti domiciliari. Subito rimesso in libertà dal giudice, il giovane sarà processato il prossimo 22 settembre.

Oltre ad essere tenuto all’obbligo di firma in Questura, per via del Daspo il lanciatore di petardi non potrà assistere per tre anni a nessun incontro di calcio.



Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2014 alle 11:09 sul giornale del 21 agosto 2014 - 621 letture