SEI IN > VIVERE PESCARA > POLITICA
articolo

Guerra ai privilegi, D’Alfonso va avanti: rimborsi aboliti anche a luglio

1' di lettura
751

La Giunta regionale guidata da Luciano D’Alfonso (foto) prosegue nel suo programma di razionalizzazione della spesa pubblica: nello specifico, il Governatore ha annunciato che anche per il mese di luglio non saranno richiesti rimborsi per le missioni istituzionali.

Sono stati ben 42 i viaggi di lavoro fuori dai confini regionali per il Presidente e i sei assessori dell’esecutivo regionale. “Per queste missioni – ha dichiarato l'ex sindaco di Pescara ora alla guida della Regione Abruzzo -, che vanno a sommarsi alle 14 di giugno, non è stato chiesto un solo centesimo di rimborso, come certifica la delibera numero 531”.

“Siamo di fronte ad una rivoluzione del metodo mai attuata prima d’ora – ha dichiarato il consigliere regionale Camillo D’Alessandro – e in questo modo vogliamo rendere l’amministrazione più vicina ai cittadini. Vogliamo una Regione in cui ogni abruzzese abbia il diritto di sapere tutto ciò che accade, con un’amministrazione in grado di lavorare velocemente e che non costi un euro in più alle tasche pubbliche”.

Questo il dettaglio delle trasferte effettuate dal Governatore e dagli assessori regionali: Luciano D’Alfonso 10 (di cui una a Bruxelles), Giovanni Lolli 13, Donato Di Matteo 1, Mario Mazzocca 5, Silvio Paolucci 7, Dino Pepe 3 (di cui una a Bruxelles), Marinella Sclocco 3.



Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2014 alle 12:02 sul giornale del 21 agosto 2014 - 751 letture