'Segna con me' al Festival del documentario d'Abruzzo

3' di lettura 01/04/2014 - C’è una lingua che si parla con le mani e si ascolta con gli occhi. La LIS, la lingua dei segni italiana, che oggi è utilizzata da decine di migliaia di persone nel nostro paese, sorde e udenti. Sarà proprio su questo tema che si articolerà il nuovo appuntamento del Festival del documentario e del cinema digitale d'Abruzzo - Premio Internazionale Emilio Lopez.

Il Festival, che si svolge a Pescara nel periodo compreso tra marzo e giugno 2014, è organizzato dall'Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese (A.C.M.A.). Per la sezione 'Panorama italiano' sarà proiettato il film Segna con me, di Chiara Tarfano e Silvia Bencivelli.

L'evento, a cui parteciperanno le autrici, è in programma venerdì 4 aprile alle ore 18 presso la libreria La Feltrinelli di Pescara. Alla proiezione saranno presenti le autrici.


Presentazione del film, a cura di Chiara Tarfano e Silvia Bencivelli

La lingua dei segni italiana oggi è usata da decine di migliaia di persone nel nostro paese, sorde e udenti. In questo documentario raccontiamo le storie di un gruppo di loro, che ci ha aperto le porte delle proprie case e lasciato spiare nelle proprie intimità. Con la lingua dei segni, ci hanno spiegato, puoi farti una famiglia, uscire con gli amici, lavorare, viaggiare e giocare. Puoi persino andare a ballare. Ma questa è anche la storia di una lingua che, a dispetto di quel che dice la scienza e di quel che succede nel resto del mondo, in Italia non è riconosciuta dalla legge. E di conseguenza non è conosciuta dalla maggior parte degli italiani.

Non si parla nei luoghi pubblici e pochi, al di fuori delle comunità dei sordi, l’hanno vista usare. Alimentando così miti e misteri, da “è tanto affascinante…” a “sarà un linguaggio universale?”. Ma alimentando anche mille difficoltà: i pregiudizi e gli ostacoli che le persone sorde si trovano a dover affrontare nella nostra rumorosa comunità. Per loro, la domanda chiave è una: come cambierebbe la tua vita, domani, se la lingua dei segni diventasse per legge una lingua? Per tutti, il documentario vuole invece essere una riflessione sull’importanza della comunicazione nelle nostre vite, ma anche su quanto questa comunicazione costruisca la nostra cittadinanza e, a tratti, anche la nostra felicità.



Dopo la visione del film è previsto un intervento delle autrici e un dibattito con il pubblico presente in sala. Il Festival, uno dei pochissimi in Italia dedicato esclusivamente al genere documentario, si propone di valorizzare e promuovere la diffusione, la conoscenza e la fruizione del cinema documentario sia italiano che internazionale, offrendo un’occasione per riflettere sulla contemporaneità attraverso punti di vista differenti.

Tutte le notizie e gli aggiornamenti sul Festival sono disponibili su: www.abruzzodocfest.org - www.webacma.it


I prossimi appuntamenti della rassegna:


Venerdì 4 aprile SEGNA CON ME di Chiara Tarfano e Silvia Bencivelli, 51’ (incontro con le autrici)

Venerdì 18 aprile CHI VUOI CHE SIA di Davide Vigore e Ricardo Cannella, 30’

Venerdì 2 maggio IN CERCA DI UN AMICO di Karma Gava e Alvise Morato, 19’ (incontro con l’autore)
DESTINATION DE DIEU di Andrea Gadaleta Caldarola, 21’ (incontro con l’autore)

Venerdì 16 maggio ULTIMA CHIAMATA / LAST CALL di Enrico Cerasuolo, 90’






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2014 alle 18:58 sul giornale del 02 aprile 2014 - 994 letture

In questo articolo si parla di cinema, spettacoli, pescara, cortometraggi, Abruzzo, documentari, LIS, feltrinelli, a.c.m.a., festival documentario, cinema digitale, spettacoli pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1Qp