Recuperati 46 computer rubati: studenti a lezione di legalità dal Questore di Pescara

polizia 1' di lettura 19/09/2013 - E’ solo grazie al tempestivo intervento della Squadra Mobile di Pescara che studenti e professori dell’Istituto Tecnico Industriale ‘Alessandro Volta’ potranno riavere tutti i loro computer, rubati pochi giorni fa nei locali della scuola.

Per la precisione, si tratta di ben 46 pc portatili, spariti la notte tra il 14 e 15 settembre a seguito dell'incursione di ignoti nella sala docenti dell’istituto. L’alto numero di portatili prelevati aveva subito fatto pensare ad un colpo studiato, probabilmente da "professionisti". Da qui, sono scattate immediatamente le indagini della polizia, concentrate su ambienti circoscritti della criminalità locale.

Dalla questura fanno sapere che, anche attraverso canali privilegiati di informazione, si è giunti ben presto sulle tracce di un giovane di 22 anni, residente a Rancitelli, ovvero il quartiere maggiormente a rischio del capoluogo adriatico. Nell’abitazione del giovane, gli agenti hanno ritrovato gran parte della refurtiva il cui valore, secondo le stime del Dirigente Scolastico del Volta, supera i 15000 euro.

La positiva conclusione della vicenda, unitamente al fatto che la scuola ha da poco riaperto i battenti dopo la pausa estiva, ha indotto il Dirigente scolastico ad invitare il Questore di Pescara in persona per la riconsegna dei computer recuperati. Il Questore, dott. Paolo Passamonti, ha accettato l’invito e coglierà l’occasione per discutere con gli studenti dei problemi legati alla sicurezza e alla legalità.






Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2013 alle 18:50 sul giornale del 20 settembre 2013 - 581 letture

In questo articolo si parla di scuola, cronaca, polizia, studenti, furto, questura, Paolo di Toro Mammarella, questore di pescara, paolo passamonti, istituto tecnico alessandro volta, Itis Volta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/RY7





logoEV