Opportunità per associazioni ed enti no-profit: il bando della Fondazione Pescarabruzzo

8' di lettura 19/09/2013 - La Fondazione Pescarabruzzo, nell’ambito dei propri fini istituzionali, ha stabilito, in aggiunta alle attività proprie dell’Ente, di finanziare e sostenere per l’anno 2014, con riferimento alle previsioni dello Statuto, iniziative di carattere non commerciale ideate e realizzate da terzi, da ricondurre ai plafond massimi di seguito evidenziati, prevalentemente nel territorio della Provincia di Pescara,

Questi sono i settori di intervento:

 Ricerca scientifica e tecnologica: plafond disponibile fino ad un massimo di € 70.000,00
 Educazione, istruzione e formazione: plafond disponibile fino ad un massimo di € 120.000,00
 Arte, attività e beni culturali: plafond disponibile fino ad un massimo di € 300.000,00
 Salute pubblica: plafond disponibile fino ad un massimo di € 60.000,00

e per le seguenti fasce di importi richiedibili per ogni settore:

- fino ad un massimo di € 3.000,00;
- da € 3.000,00 ad un massimo di € 6.000,00;
- da € 6.000,00 ad un massimo di € 10.000,00 (importo massimo richiedibile).

Ciò premesso, la Fondazione invita coloro che sono interessati a richiedere l’erogazione dei fondi per il finanziamento di iniziative nei settori sopra indicati a far pervenire l’istanza entro e non oltre il 27 settembre 2013, mediante servizio postale (farà fede il timbro postale), tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica fondazionepescarabruzzo@pec.it o con consegna a mano esclusivamente il giorno venerdì 27 settembre 2013, dalle ore 9,00 alle ore 13,00, presso la sede della Fondazione Pescarabruzzo, in Corso Umberto I n. 83 a Pescara.

SOGGETTI DESTINATARI DELLE EROGAZIONI

 Devono, in ogni caso, essere costituiti ed avere sede legale nel territorio della Provincia di Pescara da almeno tre anni;
 perseguire scopi di utilità sociale o di promozione dello sviluppo economico;
 operare stabilmente nei settori di intervento della Fondazione ed in particolare in quelli ai quali è rivolta l’erogazione;
 non avere finalità di lucro.

Possono, inoltre, essere destinatari delle erogazioni anche le cooperative sociali, le imprese sociali e le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero.

Sono esclusi dal bando:

- le persone fisiche;
- Enti con fini di lucro ed imprese di qualsiasi natura;
- i partiti e movimenti politici;
- le organizzazioni sindacali o di patronato;
- soggetti che mirano a limitare la libertà o la dignità dei cittadini, a promuovere forme di discriminazione o che perseguono finalità incompatibili con quelle della Fondazione.

OBIETTIVI PERSEGUITI.

Nell’ambito dei settori di intervento sopra indicati, la Fondazione darà priorità ai progetti che favoriscono lo sviluppo sociale ed economico della collettività residente nella provincia di Pescara ed, in particolare, a quelli che per:

Ricerca Scientifica e tecnologica

 Promuovono la ricerca scientifica e tecnologica in tema di salute, salvaguardia ambientale e conoscenza del territorio (Cod. R1).
 Dimostrano di avere un forte impatto applicativo e valorizzano la produttività scientifica (Cod. R2).

Educazione, istruzione e formazione

 Arricchiscono, con progetti tematici ed innovativi, la crescita e la formazione dei giovani (Cod. E1).
 Integrano studenti disabili e/o stranieri all’interno degli istituti scolastici e nel tessuto sociale locale (Cod. E2).
 Riguardano l’Alta Formazione e lo sviluppo di capitale umano qualificato, favorendo in maniera concreta l’avvicinamento dei giovani e delle categorie più svantaggiate al mondo del lavoro (Cod. E3).

Arte, attività e beni culturali

 Sono finalizzati alla conservazione, conoscenza e valorizzazione del patrimonio artistico culturale locale riconducibili alla promozione dell’economia distrettuale in rete (Cod. A1).
 Diffondono la sensibilità artistica, musicale, teatrale e cinematografica soprattutto tra giovani, adolescenti ed emarginati (Cod. A2).
 Stimolano la ricerca di percorsi artistico-culturali innovativi (Cod. A3).

Salute Pubblica

 Realizzano servizi per migliorare la qualità della vita e fronteggiare il disagio sociale (Cod. S1).
 Alleviano la realtà dei portatori di handicap, dei malati terminali, delle persone affette da gravi patologie fisiche e psichiche e delle loro famiglie (Cod. S2).
 Stimolano la diffusione, anche a livello scolastico, della cultura della prevenzione, diagnosi e cura delle malattie (Cod. S3).

Si precisa che:

- non saranno prese in considerazione richieste relative al finanziamento di seminari, convegni, conferenze e/o congressi di ogni genere;
- non saranno prese in considerazione richieste relative all’acquisto di volumi o altri prodotti editoriali. Eventuali richieste di pubblicazione saranno valutate in coerenza con le caratteristiche e gli standard previsti per le “Collane Editoriali” della Fondazione Pescarabruzzo;
- non saranno concessi contributi diretti a sostenere l’attività ordinaria del soggetto richiedente e/o relativi ad interventi per manutenzioni ordinarie di ogni genere;
- con riferimento al settore Salute Pubblica non verrà preso in considerazione nessun progetto riconducibile alla erogazione di servizi ordinari da parte del Servizio Sanitario Nazionale;
- i progetti rivolti alle scuole di ogni ordine e grado devono essere accompagnati dall’assenso del Dirigente Scolastico.

PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

Ogni richiedente potrà presentare una sola domanda, compilandola come da fac-simile riportato sul sito Internet www.fondazionepescarabruzzo.it.
Tutti i punti dovranno essere compilati (non è ammesso il rimando al “vedi allegato”) seguendo l’ordine predisposto.
Le richieste difformi dal fac-simile, con indicazioni inesatte e/o incomplete e/o prive della documentazione richiesta saranno giudicate inammissibili.
La richiesta dovrà riguardare solo uno dei settori di intervento indicati e dovrà, di norma, riferirsi ad iniziative da avviarsi e completarsi preferibilmente nell’anno 2014.

Oltre alla domanda è richiesta la seguente documentazione:

1) copia dell’atto costitutivo e/o dello statuto vigente;
2) eventuale atto di riconoscimento della personalità giuridica;
3) ultimo bilancio o rendiconto approvato;
4) documentazione autorizzativa eventualmente necessaria per l’attuazione del progetto;
5) dettagliato piano finanziario, dal quale sia possibile evincere, con chiarezza, l’entità delle diverse categorie di spese che si prevede di coprire con i fondi richiesti alla Fondazione, nonché con quelli eventualmente ricavati dagli altri finanziatori.

Le seguenti categorie di soggetti devono inoltre produrre la seguente documentazione:

 per le ONLUS: l’attestato di avvenuta iscrizione, presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, all’anagrafe unica delle ONLUS ex art. 11 del D.Lgs. 460/1997 e contestuale dichiarazione di risultare ancora iscritte in tale registro;
 per le Associazioni di Promozione Sociale: l’attestato di avvenuta iscrizione nel registro nazionale di cui all’art. 7, commi 1 e 2, della L. 383/2000;
 per le Associazioni di Volontariato: la documentazione comprovante l’iscrizione al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato (ex L.R. 37/93).

CRITERI DI VALUTAZIONE

La presentazione della richiesta non costituisce, per la Fondazione, obbligo di alcun tipo nei confronti del soggetto richiedente, riservandosi essa la più ampia discrezionalità nella valutazione dei progetti medesimi e nella concessione del finanziamento, attesa la propria natura di persona giudirica privata fornita di piena autonomia gestionale. L’assegnazione del finanziamento e la relativa quantificazione sarà effettuata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione, a suo insindacabile giudizio.
La Fondazione procederà alla selezione delle richieste tenendo conto: a) della correttezza formale e della completezza della documentazione fornita; b) degli obiettivi perseguiti; c) dei precedenti rapporti intercorsi con la Fondazione; d) dell’originalità del progetto; e) dell’esistenza di altri soggetti che finanziano il medesimo progetto e della consistenza di tali finanziamenti; f) del grado di incidenza sul territorio di interesse della Fondazione.
La Fondazione si riserva, in talune occasioni, di fare propria l’iniziativa contenuta nella proposta, modificandola e/o coordinandola con altre proprie ovvero proposte da terzi.
Se entro sei mesi dalla scadenza del bando la Fondazione non comunicherà l’accoglimento della richiesta, la stessa dovrà intendersi respinta.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

I contributi verranno erogati previa presentazione di dettagliata relazione sulle attività svolte e rendicontazione delle spese sostenute.
La Fondazione si riserva la possibilità di effettuare controlli finalizzati al monitoraggio del progetto finanziato, alla verifica del corretto impiego dei contributi e alla valutazione dei risultati conseguiti.
Allo scopo il richiedente si impegna a fornire, anche in epoca successiva alla ultimazione del progetto, tutti gli elementi che la stessa Fondazione potrà all’uopo richiedere.
La Fondazione si riserva, sulla base di comprovate esigenze, di erogare i finanziamenti per stati di avanzamento, sempre previa presentazione di dettagliata relazione sulle attività svolte e rendicontazione delle spese sostenute. Trascorso un anno dalla comunicazione dell’assegnazione senza che l’iniziativa sia stata compiuta, la stessa verrà normalmente revocata.
Tutti i dati verranno trattati nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali e secondo le modalità indicate nell’informativa allegata al fac-simile di richiesta.
Il presente bando è pubblicato dalla Fondazione in via del tutto volontaria e di autolimitazione, senza alcun obbligo normativo.


da Centro Servizi Volontariato - Pescara
www.csvpescara.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2013 alle 17:56 sul giornale del 20 settembre 2013 - 569 letture

In questo articolo si parla di lavoro, centro servizi volontariato, volontariato, finanziamenti, associazioni, onlus, pescara, bando, Centro Servizi Volontariato Pescara, fondazione pescarabruzzo, bando fondazione pescarabruzzo, enti no-profit

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/RYs