Parte l'avventura di SpazioPiù: inaugurata la nuova sede di Pescara

2' di lettura 15/09/2013 - Grande affluenza di pubblico e, soprattutto, una notevole ricchezza di contenuti: si è presentato così alla città di Pescara “SpazioPiù”, il nuovo spazio creativo dedicato alla crescita personale e al tempo libero.

Nato da un’idea del direttivo di Aspic Pescara, associazione presieduta dallo psicologo Raffaello Caiano, che da anni si occupa di counseling e sviluppo dell’individuo e della comunità, il 14 e 15 settembre SpazioPiù ha aperto le porte della nuova sede di Pescara, in via del Santuario 154, proponendo due giornate ricchissime di eventi, seminari, presentazioni e spettacoli. Dal counseling alla bioenergetica, da iniziative culturali a mostre di pittura, dal reiki alle costellazioni familiari, per le centinaia di cittadini che hanno partecipato all’evento non c’è stato che l’imbarazzo della scelta.

Particolare curiosità ha suscitato il seminario condotto nella prima giornata dalla sociologa e counselor professionale Angela Ricci, dedicato ai genitori di figli adolescenti. “Esplorare le emozioni contrastanti che caratterizzano questa fase della vita – ha spiegato la sociologa – e, soprattutto, arrivare a identificare tutti quei sentimenti, sia positivi che negativi, alla base del rapporto tra genitori e adolescenti. Sono forse questi i motivi che spingono tanti genitori a interessarsi a queste iniziative”.

Grande successo anche per il seminario sulle Costellazioni familiari, che ha aperto la seconda giornata dell’evento. “Guardare alla memoria storica e al sistema famiglia come chiave di accesso per la gestione delle problematiche dell’individuo e della società odierna – ha spiegato Martina Korloch, tedesca trapiantata in Italia, tra le massime esperte del settore – desta oggi più che mai grande interesse.” “I miei seminari sono molto seguiti – ha concluso l’esperta – ma non esiste un utente-tipo: alle costellazioni sono interessati i manager come le casalinghe, gli addetti ai lavori o le persone che, sebbene non abbiano mai seguito alcun genere di terapia, si mostrano stimolate da un approccio assolutamente originale”.

Con uno “SpazioBimbi” appositamente dedicato e momenti di relax alternati a conferenze e presentazioni di corsi ed iniziative, la prima giornata si è conclusa con l’aperitivo con animazione fotografica del “social photographer” milanese Sergio Pasqual, seguita dallo spettacolo “Maschio e femmina li creò”, con l’attore Josè Sergio Santoro protagonista di un divertente e significativo monologo sul rapporto tra uomini e donne. La serata finale, invece, si è chiusa con un aperitivo cenato con spettacolo di danza orientale e successiva lettura musicata di alcuni brani tratti da “La sindrome dell’ira di Dio”, ultimo lavoro del noto scrittore pescarese Giovanni Di Iacovo.

Di Iacovo, già autore di Sushi Bar Sarajevo e Tutti i poveri devono morire, attualmente consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà, si occuperà del coordinamento delle attività culturali di SpazioPiù.








Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2013 alle 14:08 sul giornale del 17 settembre 2013 - 765 letture

In questo articolo si parla di cultura, benessere, yoga, counseling, sociologia, Paolo di Toro Mammarella, spazioPiù, costellazioni familiari, giovanni di iacovo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RL4