Piano sanitario, Paolucci: 'Indiscrezioni web imbarazzanti per Chiodi, smentisca o mostri le carte'

Gianni Chiodi 2' di lettura 12/09/2013 - Silvio Paolucci, segretario regionale del pd abruzzese, è un fiume in piena: «Le indiscrezioni della stampa online, precisamente di Primadanoi.it, sul nuovo Piano sanitario regionale sono imbarazzanti per il presidente Chiodi.

Se fossero confermate, dopo mesi di attese e dopo aver fatto vivere la sanità abruzzese con un Piano sanitario addirittura scaduto, Chiodi avrebbe scritto il nuovo Piano 2013-2015 nel completo disprezzo di qualunque diritto dei cittadini a partecipare alle scelte della propria comunità, con anni di ritardo, senza condividerne una sola riga con chi vivrà ogni giorno la sanità che sta disegnando nel segreto della sua stanza».

«Se tutto questo venisse confermato - ribadisce il segretario regionale - Chiodi dovrebbe spiegare agli abruzzesi non solo le ragioni di questa segretezza e del rifiuto di presentarlo persino ai tecnici del ministero solo poche settimane fa, ma dovrebbe spiegare anche i contenuti stessi del Piano. Secondo quanto riferisce il quotidiano online, l’Abruzzo si preparerebbe a nuovi accorpamenti e aggregazioni, non ci sarebbe più traccia dell’ospedale di Guardiagrele, ci sarebbero persino 300 posti letto in meno rispetto a quanto risulta al ministero della salute. E come se non bastasse – spiega ancora il segretario del Pd – si proseguirebbe sulla strada dell’accumulo attorni ai grandi ospedali, che senza nuovi investimenti sono ormai ingolfati. In altre parole, nonostante il crollo della qualità del servizio, Chiodi starebbe continuando sulla strada dell’accetta».

«A questo punto Chiodi non ha alternative» sottolinea Paolucci: «Smentisca il quotidiano online, o mostri finalmente le carte. Gli abruzzesi non sono suoi sudditi, e hanno il diritto a sapere su quali servizi sanitari potranno contare nei prossimi anni. Ne hanno diritto i cittadini e in primo luogo i sindaci, gli operatori, i rappresentanti delle istituzioni che a ogni livello sono chiamati a dare il proprio contributo quando hanno ancora il potere di incidere, e non solo per ratificare le scelte del candidato Chiodi. La lunghissima e costosissima campagna elettorale alla quale Chiodi sta costringendo gli abruzzesi si sta rivelando ogni giorno più problematica per la nostra regione».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2013 alle 12:05 sul giornale del 13 settembre 2013 - 650 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, Gianni Chiodi, piano sanitario, silvio paolucci, sanità abruzzese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/RDT