Si stavano scattando un selfie quando precipitando nel fiume sono morti.


Nella giornata di lunedì 17 aprile, gli agenti del Commissariato di Urbino hanno identificato un trentunenne, originario del pescarese, ritenuto responsabile di atti osceni in luogo pubblico, consumati i questi giorni.


Un uomo è morto dopo essere precipitato dal sesto piano di un palazzo nel tentativo di sfuggire all'incendio che era divampato nel suo appartamento.


Forti scosse di terremoto nella mattinata di mercoledì (18 gennaio) con epicentro nell'aquilano che hanno fatto tremare tutte le Marche.