Carcere Sulmona in emergenza, CGIL e FP CGIL chiedono invio di operatori sanitari.

1' di lettura 27/11/2020 - Vista la delicata situazione emergenziale che, in queste ore, sta interessando l'Istituto Penitenziario di Sulmona, alla luce del considerevole numero di accertati positivi (16 detenuti e personale, tra cui tre sanitari), CGIL e FP CGIL (Francesco Marrelli, Anthony Pasqualone e Giuseppe Merola) hanno inviato una missiva ai vertici della Regione Abruzzo e ASL 01, coinvolgendo il Viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri e Commissario straordinario del Governo per l'emergenza COVID 19 Domenico Arcuri, affinché venga valutato un supporto di operatori sanitari presso l'Istituto penitenziario peligno.

Crediamo fermamente che sia necessario ed urgente - affermano i sindacalisti - onde poter meglio fronteggiare la gestione sanitaria dei detenuti positivi, rispetto all'organizzazione ordinaria che già registra delle difficoltà, valutare

l'invio temporaneo di sanitari, pur responsabilmente consapevoli degli affanni che attanagliano anche i servizi ospedalieri e territoriali (come più volte denunciato da questa Organizzazione Sindacale).

L'acuirsi del fenomeno epidemiologico ha messo seriamente in ginocchio il Paese, e le carceri (già ambienti precari e vulnerabili per una serie di fattori oggettivi) stanno vivendo momenti difficili - concludono Marelli, Pasqualone e Merola -


 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2020 alle 12:07 sul giornale del 28 novembre 2020 - 191 letture

In questo articolo si parla di attualità, aquila, fp, comunicato stampa, CGL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDEm