Pescara: Individuati 178 nuovi posti auto

5' di lettura 22/10/2020 - “Sono 178 i nuovi posti auto che dovrebbero essere realizzati in breve tempo lungo l’asse di via Marconi, spalmati su quattro aree individuate da piazza Unione sino all’altezza di via Pepe, spazi per la sosta che verranno realizzati dai privati e che dovranno essere alternativi a quelli inevitabilmente sottratti dal cantiere per la costruzione del sistema di trasporto pubblico veloce di massa in corso di attuazione."

"Le quattro aree individuate sono quella prospiciente la rotatoria di piazza Unione, fondi comunali, per 19 posti auto e 4 posti moto; un’area pubblica in via Nazario Sauro, per 18 stalli di sosta, intervento privato; l’area Ricci dell’ex distributore di benzina in via Marconi, lato monte, per 44 posti auto, intervento privato; e infine l’area ex Di Bartolomeo, sempre in via Marconi, lato monte, per 97 parcheggi pubblici.

Ora il nostro obiettivo è riuscire ad accelerare quanto più possibile tali opere per dotare la città di questi spazi di sosta parallelamente al completamento delle opere della filovia previsto entro sei mesi”.

Lo hanno detto il Presidente della Commissione Mobilità Armando Foschi e il Presidente della Commissione Lavori pubblici Massimo Pastore al termine della seduta congiunta odierna, svoltasi alla presenza dell’assessore all’Edilizia e all’Urbanistica Isabella Del Trecco.

“Il cantiere inerente la realizzazione del nuovo tracciato dedicato al trasporto pubblico di massa veloce e non inquinante procede velocemente – hanno riferito i Presidenti Foschi e Pastore -: nel mese di settembre abbiamo svolto un sopralluogo nell’area dei lavori, dinanzi a piazza Unione e, nell’occasione, abbiamo sollecitato la rimozione dell’area di cantiere che è attualmente in corso e infatti si sta attrezzando la nuova area in via Elettra.

Lo spostamento è necessario e strategico per permettere l’allestimento del primo nuovo parcheggio pubblico visto che la superficie, ex distributore di benzina, ospiterà 19 nuovi parcheggi per le auto e 4 per le moto.

A realizzare le opere, in questo caso, sarà il Comune con una variante minima, visto che il manto d’asfalto è nuovo e si tratterà di realizzare solo la segnaletica”.

“Ovviamente – ha specificato l’assessore Del Trecco – il progetto della filovia è inerente l’assessorato alla Mobilità, tuttavia presenta delle convergenze che tirano in ballo altri assessorati, in particolare la realizzazione e l’allestimento delle nuove aree di parcheggio pubblico rientrano nella delega dell’edilizia e dell’urbanistica.

Dopo piazza Unione, sono tre le altre aree individuate: nel primo caso si tratta di un terreno comunale situato in via Nazario Sauro, un asse parallelo a via Marconi, lato mare, che ospiterà 18 nuovi posti auto. Il progetto rientra in un programma di iniziativa privata di recupero complessivo dell’area, è già pronto ed è all’esame di congruità dell’Ufficio Lavori pubblici e Patrimonio.

Se il parere sarà positivo, si aprirà subito il cantiere e peraltro, vista l’urgenza di disporre di quegli stalli, abbiamo chiesto al privato di dare priorità agli interventi pubblici rispetto a quelli privati e abbiamo trovato pieno consenso.

Nel secondo caso, procedendo da nord verso sud, parliamo dell’area Ricci-ex distributore di benzina, sempre in via Marconi, dove dovrebbero essere realizzati 44 posti auto, di cui 20 pubblici e altri 22 privati, ma sempre aperti al pubblico; infine l’ultimo progetto riguarda la realizzazione di altri 97 parcheggi nell’area ex Di Bartolomeo, ancora in via Marconi, all’altezza di viale Pepe, progetto che sarà depositato presso i nostri uffici entro la fine del mese di ottobre e sarà sempre di iniziativa privata”. “

Sicuramente è indubbia l’utilità di tali progetti, ma restano comunque le preoccupazioni per gli altri posti auto che spariranno – ha sottolineato il Presidente Foschi – e preoccupa l’incrocio tra via Marconi e via Conte di Ruvo-via Marco Polo.

Oggi, per il traffico in direzione sud-nord, da via Marconi sono previste due canne di circolazione, la prima per chi prosegue dritto verso il ponte Risorgimento, la seconda per chi deve svoltare a sinistra in via Conte di Ruvo.

Questa seconda canna, però, già oggi si trova ostacolata dalla rotatoria per il transito preferenziale dei bus, permettendo solo alle prime due vetture di mettersi in una colonna separata, mentre tutte le altre auto, pur dovendo svoltare, devono mettersi in colonna a destra, mischiandosi alle vetture che devono proseguire dritto, con la formazione di lunghe colonne di vetture e una grande confusione nella viabilità.

A fronte di tale problema, già un mese fa il Responsabile del cantiere Guido Arquilla ha prospettato una possibilità oggi all’esame dei tecnici, ossia l’eliminazione della svolta in via Conte di Ruvo per chi marcia in via Marconi in direzione sud-nord, che a quel punto dovrebbe allungare il proprio percorso sino alla rotatoria di piazza Unione e tornare indietro per immettersi nella stessa via Conte di Ruvo, ovvero ha ipotizzato una revisione complessiva della mobilità nella zona, sulla quale chiederemo chiarimenti ad assessore e Ufficio tecnico perché è evidente che tali stravolgimenti vanno approfonditi e discussi anche con la città, oltre che preparati”. “

Vero è – ha aggiunto il Presidente Pastore – che il progetto di via Marconi deve necessariamente essere visto insieme all’intervento di riqualificazione previsto in via Benedetto Croce, che prevede il rifacimento dei marciapiedi e l’allargamento della sede stradale, con l’utilizzo dei fondi per il prolungamento dell’asse attrezzato.

Non solo: le opere comprenderanno anche l’esproprio delle case oggi esistenti all’incrocio tra via Benedetto Croce e via Vespucci e il collegamento diretto con via Don Brandano, dotando Pescara di un viale parallelo di collegamento nord-sud alternativo alla stessa via Marconi.

Ovviamente continueremo a seguire il cantiere di via Marconi – hanno aggiunto i Presidenti Foschi e Pastore – anche per spingere sulla riconsegna dei parcheggi contestualmente al tracciato per i mezzi pubblici”.


da Armando Foschi
Presidente Commissione Sicurezza e Mobilità





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2020 alle 09:49 sul giornale del 23 ottobre 2020 - 206 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega, armando foschi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bzjy