Nuove corse per gli studenti, la Regione: "Garanzie maggiori di quelle previste dai decreti"

3' di lettura 21/10/2020 - Un aumento del numero delle corse negli orari e lungo quei percorsi che hanno mostrato criticità, comunque con un obiettivo globale, quello di andare al di sotto dell'indice di carico dell'80% per i mezzi di trasporto pubblico locale.

E' l'ulteriore passo in avanti del servizio di trasporto pubblico per sostenere il sistema-scuola nell'anno della pandemia, anche in presenza di un sensibile aumento dei contagi.

L'implementazione dei mezzi è stata annunciata dal responsabile dell'Ufficio Trasporti della Regione, Mario Litterio, nel corso del tavolo di lavoro voluto e presieduto dall'assessore alla Mobilità del Comune di Pescara Luigi Albore Mascia.

E' di fatto la quadratura che può risolvere i problemi che sono arrivati, sui tavoli dei dirigenti scolastici e della Tua, nel corso di questo primo mese di ripresa delle lezioni.

"Il sistema tutto sommato ha retto - sottolinea l'assessore Luigi Albore Mascia - anche se indubbiamente qualche nodo da sciogliere resta. Per questo abbiamo voluto un tavolo di lavoro mensile come utile canale di dialogo tra tutti gli attori, dunque scuola e società di trasporti, chiamati a lavorare insieme per garantire la salute dei cittadini".

Il responsabile dell'area Chieti-Pescara di Tua, Raffaele Piscitelli, ha snocciolato i dati relativi alle forze messe in campo in quest'ultimo mese da Tua: "60 corse Covid suppletive attivate con fondi della Regione, 40 corse aggiuntive sull'area urbana, 48 corse aggiuntive in area extraurbana, e 16 corse aggiuntive sulla Pescara-Penne, per un totale di circa diecimila posti.

Non è poco. Quello che posso assicurare è che sulla base dei rilievi effettuati ad ogni segnalazione ricevuta, non è stato mai rilevato un carico di passeggeri superiore a quanto previsto dalla norma.

Esiste evidentemente una percezione diffusa di insicurezza, ma si tratta di una percezione che non è confortata dalla realtà dei fatti".

Sono stati gli stessi dirigenti scolastici presenti all'incontro, in rappresentanza di dodici istituti del territorio, a sottolineare gli elementi di criticità soprattutto su alcune linee, come la tratta tra Pescara e Francavilla.

"Si è annodato comunque un dialogo costruttivo - sottolinea l'assessore Albore Mascia - il margine ulteriore di miglioramento offerto dalla Regione credo sia un risultato importante".

Risultato che arriva anche prima dell'arrivo della stagione fredda che, prevedibilmente, con il maltempo porterà ad un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici

. Ed è per questo che arrivano richieste di aiuto reciproco, da parte scuola e da parte Tpl: "Se si dovesse scendere al 50% della capienza per decreto - ha sottolineato Litterio - non sarà più possibile intervenire con correttivi e chiederemo un aiuto con l'aumento della didattica integrata".

Che per i docenti è però quasi al massimo delle possibilità consentite, con il paventato ricorso all'ingresso alle 9 previsto negli ultimi provvedimenti, che rappresenta più uno spauracchio che una soluzione.


da Comune di Pescara
www.comune.pescara.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2020 alle 10:22 sul giornale del 22 ottobre 2020 - 182 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bzds