Pescara in prima fila tra le più importanti città europee per la Giornata della cultura ebraica

3' di lettura 05/09/2020 - "Un evento di alto profilo che qualifica la politica culturale del Comune di Pescara". Il sindaco Carlo Masci definisce così l'adesione della città dannunziana alla Giornata della cultura ebraica 2020, in programma domenica 6 settembre con un appuntamento on line che risponde alle esigenze della situazione determinata dalla pandemia di Covid-19.

"Lo scorso anno abbiamo accolto con entusiasmo la possibilità di aderire a una manifestazione di respiro europeo così importante – commenta Masci – aprendo all'Abruzzo una prospettiva di conoscenza del passato e di sviluppi per il futuro. Siamo lieti che il presidente della Regione Marco Marsilio sia da quest'anno al nostro fianco. Crediamo molto in questa iniziativa e nel ruolo propulsivo di Pescara che si ripropone autorevolmente tra le principali città d'Europa".

Il programma della Giornata della cultura ebraica è aperto alle 9.30 dai saluti, in diretta dal Palazzo di Città, del sindaco Carlo Masci, del presidente del Consiglio Comunale Marcello Antonelli e del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

A seguire, dalle 10, gli interventi dello storico Marco Patricelli sul contributo ebraico alla guerra di liberazione in Abruzzo (1943-1944) e della giornalista Lisa Palmieri Billig sul dialogo interculturale attraverso le figure più rilevanti dell'ebraismo internazionale transitate in Abruzzo; alle 11 il giornalista Enrico Giancristofaro si sofferma sulla storia dei trabocchi e dell'insediamento ebraico sulla costa teatina, con documentazione video; alle 11.30, relazione di Navè Arieli, direttore KKL Italia Onlus, il ramo italiano del Keren Kayemeth Le Israel, organizzazione israeliana per la tutela dell'ambiente, sulla valorizzazione dei paesaggi naturalistici come esperienza di educazione interculturale; dalle 12, interventi di Camillo Colangelo, con-direttore di Confagricoltura Abruzzo, sulla coniugazione tra paesaggi, colture e innovazione, di Lucio Zazzara, presidente del Parco Nazionale della Maiella, sul Parco come custode di percorsi ebraici in Abruzzo e di radici condivise nella storia tra ebrei e cristiani, di Carlo De Matteis, professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea (Università di L'Aquila), sui percorsi letterari e della memoria nell'ebraismo in Abruzzo.

Alle 13 dialogo tra i relatori sulle possibili prospettive di gemellaggi per l'educational che coinvolgano i giovani in esperienze di turismo culturale e ambientale in Abruzzo e in Israele.

Modera Federico Gentilini, coordinatore Educals – Educational Agreements for Landscapes'Sons.

Il tema di quest'anno, che farà da fil rouge tra gli eventi e che accomuna tutti i Paesi europei, è "Percorsi ebraici": un invito a conoscere gli itinerari storici, artistici, archeologici e culturali ebraici italiani, tra i più suggestivi al mondo, dalle grandi alle piccole Comunità ai centri in cui non c'è più una presenza ebraica strutturata, ma dove sono presenti siti e testimonianze di grande interesse.

In conclusione sarà diffuso un originale videoclip su Pescara e la Giornata della cultura ebraica della durata di 1'10".

Per partecipare, basta cliccare sul sito del Comune www.comune.pescara.it o sulla pagina Facebook www.facebook.com/comunedipescara


da Comune di Pescara
www.comune.pescara.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2020 alle 11:40 sul giornale del 07 settembre 2020 - 184 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bu6u