Al via il Progetto "Pesos" per la città di Pescara

5' di lettura 24/07/2020 - Pescara Sostenibile che sta già prevedendo anche la distribuzione di 140 bici a dipendenti pubblici e operatori di aziende private che hanno aderito.

"Un’iniziativa strategica nell’ambito della mobilità sostenibile, ma che va necessariamente accompagnata da una serrata campagna di informazione circa le regole inerenti l’utilizzo degli stessi monopattini, i quali potranno per ora transitare da Pescara nord a Porta Nuova esclusivamente nella zona a ridosso del mare. Zero traffico dunque nelle strade interne, zero nelle isole pedonali, zero nelle Zone a traffico limitato.

Ciò significa che, pur plaudendo alla novità viaria, chiediamo sin d’ora la predisposizione di controlli specifici da parte della Polizia municipale perché è forte la preoccupazione che, l’entusiasmo iniziale, possa determinare problematiche di sicurezza ai danni dei fruitori dei monopattini, oltre che degli altri cittadini”.

Lo ha annunciato il Presidente della Commissione Mobilità Armando Foschi che nel corso della seduta odierna ha ascoltato tutti i dettagli dell’operazione Pesos dal dirigente del settore Lavori pubblici l’ingegner Giuliano Rossi.

“I programmi della mobilità sostenibile stanno marciando a tambur battente compiendo passi da gigante e ora siamo in dirittura d’arrivo con due linee di attività – ha riferito il Presidente Foschi -. Il primo è il Progetto Pesos, programma co-finanziato tra Ministero dell’Ambiente e Comune di Pescara: il Comune partecipa con il proprio personale e con la realizzazione delle piste ciclabili già previste nel programma triennale, mentre il Ministero partecipa con circa 1milione di euro, per un importo complessivo di 2milioni 39mila euro.

Il progetto si snoderà attraverso una serie di attività, a partire dall’apertura di un Mobility Center alla Stazione di Porta Nuova, dove i lavori già sono in corso, anzi stanno per essere ultimati; poi l’acquisto, con gara europea aggiudicata alla Faieta Motor, di 70 bici pieghevoli a pedalata assistita e altre 70 City Bike assistite elettricamente, e oggi sono già tutte conservate nel locale di Porta Nuova; poi c’è un finanziamento di 50mila euro che verrà dato ai dipendenti che percorreranno in bici più chilometri in un mese, ovvero un incentivo tra i 200 e i 300 euro per l’acquisto di nuove biciclette.

Era prevista una somma per il Car Pooling, ma vista l’emergenza Covid il Comune ha rinunciato non potendo incentivare l’utilizzo di un’auto condivisa. Prevista invece la realizzazione della VeloStazione, sempre nella stazione di Porta Nuova, che prevede la custodia di bici, circa 76, in un locale su due livelli, ovvero il cittadino che arriva con il treno e vuole custodire in modo sicuro la propria bici, avrà una scheda magnetica, aprirà la velostazione, e potrà lasciare il proprio mezzo nelle rastrelliere su due livelli pagando un prezzo irrisorio.

Per quanto riguarda l’assegnazione delle bici, l’amministrazione comunale ha pubblicato un avviso per acquisire le candidature di lavoratori pubblici per provare le bici per un mese.

A oggi si sono candidati 600 lavoratori, tra i quali il Comune ha stilato una graduatoria dando priorità a chi può garantire un maggior utilizzo delle due ruote percorrendo più chilometri, che significa un maggior abbattimento di CO2. Fatta la graduatoria, sono stati individuati i primi 70, da ieri è iniziata la distribuzione delle bici, tutte punzonate e numerate, ne verranno assegnate venti al giorno, e comunque il bando resterà aperto.

Ovviamente per ragioni di privacy, il Comune non può tracciare il percorso di ciascun dipendente con la bici, ma si procederà con una valutazione per dati aggregati, contabilizzando semplicemente le percorrenze chilometriche, che assegneranno a ciascun ciclista un punteggio, superiore nel periodo invernale rispetto a quello estivo, e il punteggio raggiunto alla fine di un mese di prova consentirà di erogare gli incentivi per l’acquisto di nuove bici.

E poi veniamo ai monopattini elettrici che rappresentano forse la nota più calda – ha proseguito il presidente Foschi -: da lunedì 27 luglio inizierà il servizio dell’attività di noleggio dei monopattini elettrici, con la società che si è aggiudicata l’appalto e che metterà a disposizione ben 500 monopattini elettrici di ultima generazione.

Il cittadino potrà prendere in affitto un mezzo attraverso una app pagando 1 euro per lo sblocco e 10 centesimi per ogni minuto di utilizzo, inoltre, come ha riferito l’ingegner Rossi, sarà possibile fare abbonanti settimanali o mensili, quest’ultimi al prezzo di 26 euro al mese.

Tradotto: da lunedì 27 luglio potremo vedere entrare in circolazione contemporaneamente 500 monopattini che però non potranno girare in modo selvaggio ovunque.

Infatti per ora potranno transitare da nord a sud solo nella zona immediatamente a ridosso del mare, senza entrare nelle vie interne, dunque parliamo di un impiego inizialmente alquanto limitato che andrà regolamentato in modo rigoroso al fine di evitare scene da far west tra automobilisti, monopattinatori e pedoni, con la presenza serrata della Polizia municipale.

Solo in un secondo momento, dopo aver portato avanti un periodo di sperimentazione, si potrà decidere se e come estendere il transito dei monopattini su tutta la città.

Nel frattempo invece gli uffici hanno raccolto la richiesta del Presidente della Commissione Attività Produttive Fabrizio Rapposelli e la stazione di deposito e noleggio dei monopattini è stata localizzata nell’ultimo lembo della strada parco, immediatamente davanti piazza Martiri Pennesi.

A questo punto – ha aggiunto il Presidente Foschi – già per la prossima settimana convocheremo una seduta in sopralluogo per verificare l’assetto della stazione, la risposta dell’utenza e soprattutto il rispetto delle regole per la sicurezza dei pedoni e dei fruitori dei mezzi”.


da Armando Foschi
Presidente Commissione Sicurezza e Mobilità





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2020 alle 13:05 sul giornale del 25 luglio 2020 - 201 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega, armando foschi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brxu