Pescara: L’assessore Patrizia Martelli: "I bambini avranno le attività estive. Il centrosinistra cerca solo notorietà"

3' di lettura 29/05/2020 - L’assessore comunale Patrizia Martelli ha replicato ai consiglieri del centrosinistra riguardo alle accuse - rivolte alla giunta Masci - di disattenzione nei confronti dei bambini e delle famiglie in vista dell’estate.

-Trovo assurdo ciò che ho letto oggi sulla stampa - ha detto l’assessore allo Sport – E’ il segno della totale distanza che il Pd vive rispetto alle azioni che come Comune stiamo portando avanti. Sono evidentemente del tutto disinformati.

Con i colleghi di giunta stiamo infatti lavorando al programma delle attività estive, che riguarderanno i ragazzi dai 6 ai 13 anni, allo scopo di garantire un aiuto concreto alle famiglie già messe in difficoltà dall’emergenza sanitaria e dalla prolungata chiusura delle scuole ma che potranno però contare su un piano rivolto a bambini e adolescenti.-

Sulla questione dei Campus estivi e in particolare sulla manifestazione “Lo Sport non va in vacanza” la Martelli, dopo aver ricordato ai consiglieri Sclocco, Giampietro e Catalano che si tratta di un evento promosso da 16 anni dal Comune in collaborazione con il Coni ma soprattutto che quest’ultimo quest’anno non ha aderito a causa della pandemìa, ha chiarito che a breve verranno rese note le modalità di partecipazione alle attività attraverso appositi avvisi:

- In assenza di questa manifestazione con il Coni, concentriamo le nostre attenzioni tutte sui campus ludico-sportivi che si terranno - ha continuato la Martelli - con la dovuta attenzione all’applicazione delle norme anti-contagio disposte dai decreti del governo di centrosinistra ma che la Sclocco, Giampietro e Catalano fanno finta di non conoscere evidentemente solo per calcolo politico; in questo momento le lineeguida non permettono eventi con centinaia di bambini, lo scorso anno allo Stadio Adriatico mi sembra fossero ben 450.

Noi abbiamo pensato quindi a gruppetti composti da 5 o 7 bambini, con la presenza di un tutor, cosa che renderà il controllo molto più agevole anche considerando che le adesioni quest’anno saranno con ogni evidenza di numero molto inferiore; in ogni caso, grazie alla recente riapertura di parchi, aree verdi e impianti sportivi all’aperto, che tramite avviso abbiamo reso disponibili per associazioni di carattere ricreativo, culturale e sportivo, avremo la possibilità di applicare le norme sul distanziamento sociale con maggiore serenità.

Stiamo invece ancora valutando se sia opportuno o meno utilizzare anche le strutture coperte, come ad esempio le palestre, che comunque riapriremo gradualmente dopo averle sanificate e in base all’andamento dell’emergenza.

Ci muoviamo insomma con quel senso di responsabilità morale ed amministrativa che ci richiede buon senso e prudenza, è in fondo ciò che abbiamo fatto da lunedì scorso quando abbiamo reso di nuovo disponibile lo stadio Cornacchia dove misuriamo la temperatura all’ingresso e dove è presente costantemente personale della Protezione civile-

Una cosa la titolare della delega allo Sport ci tiene infine a sottolineare: <Come amministrazione non è accettabile che si metta in discussione la nostra attenzione alle famiglie e ai bambini. Come madre lo affermo ancora di più.

Lascio quindi ad altri la polemica politica che in questo caso ha solo permesso di fare brutta figura a chi la cerca continuamente basandola su informazioni false. Non basta dar fiato alle trombe per trovare notorietà-Coclude l'assessore Patrizia Martelli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 18:00 sul giornale del 30 maggio 2020 - 164 letture

In questo articolo si parla di politica, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmMW