Istituto Alberghiero ‘De Cecco’, riprendono online i progetti Piano Offerta Formativa

4' di lettura 10/05/2020 - “Si arricchisce di un altro tassello la didattica a distanza dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara: oltre alla didattica curriculare, sono infatti ripresi anche i Progetti Pon con il percorso formativo a distanza ‘Annozero_1’, sulla piattaforma G Suite for Education di cui il nostro Istituto si è dotato proprio per assicurare ai nostri ragazzi di poter proseguire il proprio cammino di apprendimento e completare i programmi, sfruttando le opportunità che ci offre la tecnologia.

Dunque il ‘De Cecco’ non si ferma e si è anzi organizzato per erogare non solo le attività curriculari ma ampliando la propria offerta formativa e garantendo anche le iniziative extracurriculati”. Lo ha ufficializzato la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara Alessandra Di Pietro.

“I PON 2014-2020 (Programma Operativo Nazionale) non si arrestano, e abbiamo piuttosto deciso di superare la chiusura delle scuole, determinata dall’emergenza Coronavirus, trasformando una disposizione forzata in un'occasione di consolidamento di prassi educative e relazionali attraverso modalità di comunicazione a distanza, svolgendo anche corsi extracurricolari di ampliamento dell'offerta formativa e, peraltro, potenziando le competenze digitali dei nostri studenti – ha sottolineato la dirigente Di Pietro -. Il percorso ‘Annozero_1’ si incardina in un più ampio progetto, ‘Comunico per essere … cittadino del mondo’, di arricchimento dell’azione formativa, finalizzato al potenziamento della competenza chiave di cittadinanza ‘comunicare’ non solo in lingua madre ma anche in lingua straniera. Il progetto prevede laboratori di scrittura creativa e di scrittura giornalistica per mobilitare competenze in lingua italiana e due percorsi di potenziamento rispettivamente della lingua spagnola ‘Habla Cadabra’ e della lingua inglese ‘We’re looking forward’, entrambi finalizzati al conseguimento di una certificazione linguistica. Il progetto ‘Comunico per essere … cittadino del mondo’ è espressione della capacità progettuale del nostro Istituto di pensare e ideare percorsi di apprendimento significativi e stimolanti per favorire il successo scolastico e formativo degli studenti, percorsi che si traducono in progetti di ampiamento dell’offerta didattica valutati più che positivamente e meritevoli di finanziamenti dai Fondi Strutturali Europei del Programma Operativo Nazionale PON 2014-2020 ‘Per la Scuola_competenze e ambienti di apprendimento innovativi’. Grazie a questi finanziamenti – ha ancora detto la dirigente Di Pietro -, peraltro, possiamo riprendere e ulteriormente arricchire il percorso ‘Annozero_1’ dando continuità all’azione di potenziamento delle competenze in lingua italiana avviata già nel 2018 con il modulo ‘A scuola di scrittura_Giornalisti si diventa’ nell’ambito del progetto ‘Scuola Full Time’ finanziato sempre con fondi FSE PON ‘Per la scuola”. Progetto che, sempre due anni fa, ci hanno addirittura permesso di costituire una redazione giornalistica che al termine del percorso ha dato alle stampe il numero zero della ‘Gazzetta dell’IPSSAR De Cecco’”.

Ora sono ufficialmente ripartite dunque le rotative della redazione ‘Annozero_1’ per giungere alla redazione del nuovo numero della ‘Gazzetta dell’IPSSAR De Cecco’. La redazione ‘virtuale’ di Annozero1 potrà contare sull’esperienza dei redattori senior William Santini, Paolo Mennella, Gaia Valentini, Giulia Savini, Melissa Starinieri, Julia Assetta, Sara Terreri, Aneta Hradiska che hanno fruito del primo percorso di formazione. Questi studenti in un contesto di peer education introdurrano e supporteranno i nuovi iscritti nelle attività del laboratorio di scrittura giornalistica per il potenziamento della lingua italiana. “Le attività formative – ha aggiunto la dirigente Di Pietro - si svolgeranno a distanza sulla piattaforma Gsuite for education e naturalmente la redazione Annozero punterà soprattutto la propria informazione sull’emergenza Covid 19: nel numero 1 della Gazzetta IPSSAR si troveranno approfondimenti che vanno dalla storia, con excursus sulle pandemie che hanno segnato l’umanità nel corso dei secoli, alla statistica, con analisi dell’evoluzione epidemiologica in Italia e in Abruzzo, alla cultura enogastronomica, con studi e reportage sul benessere alimentare e cucina salutare in tempo di quarantena. La formazione è seguita dalla docente di Italiano Cristiana De Martinis, in qualità di tutor, mentre il coordinamento didattico e organizzativo è affidato alla professoressa Giuseppina Fusco, docente referente della progettazione e implementazione dei progetti PON. Gli studenti iscritti al percorso formativo sono 34: Julia Assetta, Davide Baldacci, Giorgia Barbetta, Nicolò Belisario, Giulia Benedetti, Camilla Capodicasa, Michelangelo Cavuti, Lorenza Colantuono, Daniel Di Felice, Daniel Faieta, Eleonora Faieta, Letizia Fucito, Aneta Hradiska, Alexia Lanesi, Franco Liberatore, Alessia Marchitto, Paolo Mennella, Brenda Morgano, Christian Orsini, Giorgia Palanza, Matteo Pascucci, Lorenzo Rioleva, Alessia Rosati, Luca Rotondo, William Santini, Giulia Savini, Daniel Scinocca, Edoardo Selleri, Giorgia Setti, Valeria Setti, Sara Terreri, Beatrice Tiberi, Gaia Valentini, Filippo Vittoria, Melissa Starinieri.








Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2020 alle 12:41 sul giornale del 11 maggio 2020 - 197 letture

In questo articolo si parla di Istituto Alberghiero ‘De Cecco’

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blo8