LIBRI - Viaggio da Oriente a Occidente per riscoprire le radici del sé: Buddha, Jung e Hellinger come ‘bussola’ dell’uomo contemporaneo

18/12/2016 - Un appassionante viaggio alla ricerca delle radici più profonde del sé, che non fa sconti alle frenesie, ai timori e alle angosce dell’uomo contemporaneo. E’ questo in estrema sintesi l’intento de ‘In viaggio con le costellazioni familiari e la filosofia indiana: alla ricerca delle radici del sé con Buddha, Jung e Hellinger’ (StreetLib, 2016), ultima pubblicazione di Paolo Di Toro Mammarella.

Che cosa hanno in comune la filosofia indiana, la psicologia del profondo e le costellazioni familiari? Da questa domanda prende le mosse l’originale cammino intrapreso dal responsabile editoriale di Vivere Pescara, che nel suo percorso parte dagli antichi Veda, attraversa i secoli e arriva a coinvolgere personaggi del calibro di Buddha e Carl Gustav Jung, fino all’approdo a figure più recenti come Bert Hellinger e il sociologo Giuliano Piazzi.

L’obiettivo del viaggio è uno solo: la coraggiosa ricerca di se stessi e delle proprie radici, che passa necessariamente attraverso il velo - non sempre sottile - della storia familiare.

Alternando disamine teoriche e casi reali, Di Toro cerca la luce ricorrendo alle costellazioni familiari, in quella che assume sempre più i contorni di una caccia ad un imperscrutabile segreto. “Ma è davvero possibile – si chiede l’autore - svelare qualcosa che non è mai stato detto, e che affonda le sue radici in un passato remotissimo? E se anche fosse così, sarebbe giusto farlo?”

“Questa ricerca – spiega nella prefazione - è molto più di un semplice studio filosofico comparativo: è un diario di viaggio, un’insolita bussola nell’impetuoso mare dell’esistenza in cui l’uomo contemporaneo rischia di annegare”. 

Sociologo e autore di diversi studi sull’emigrazione, Paolo Di Toro Mammarella ha conseguito il diploma in Filosofia Orientale e Comparativa presso l’Istituto di Scienze dell’Uomo di Rimini, presentando una tesi intitolata Dalla filosofia indiana alle costellazioni familiari: l’idea di karma come elemento centrale della trasmissione transgenerazionale. Analisi di un caso. “Il viaggio con le costellazioni familiari e la filosofia indiana – sottolinea – è nato proprio da questo lavoro, che ho avuto il privilegio di realizzare con la supervisione del professor Gianluca Magi, considerato tra i più importanti orientalisti italiani”.

In precedenza, Di Toro ha pubblicato Una nuova generazione di emigranti. Il caso italo-finlandese (Institute of Migrations of Turku, 2008), il romanzo Settembre (Solaris edizioni, 2006), la raccolta di racconti La Scatola del Tempo (ilmiolibro.it, 2012) e Lucky Strike, inserito in Racconti in libertà – Centro (Historica edizioni, 2016). 

Il testo, distribuito da StreetLib e fruibile anche in versione digitale, è disponibile su Amazon (formato cartaceo), Ibs (ebook) e sui maggiori store online. L’opera può essere ordinata a prezzo scontato e senza spese di spedizione direttamente su StreetLib, a questo link.
 







Questo è un articolo pubblicato il 18-12-2016 alle 11:21 sul giornale del 19 dicembre 2016 - 2390 letture

In questo articolo si parla di libri, psicologia, cultura, redazione, filosofia, pescara, oriente, counseling, buddha, Paolo di Toro Mammarella, vivere pescara, costellazioni familiari, giuliano piazzi, bert hellinger, articolo, buddhismo, filosofia indiana, jung, gianluca magi, streetlib, istituto di filosofia orientale e comparativa, filosofia orientale, induismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aELF

Leggi gli altri articoli della rubrica libri & cultura