Renzi ko, Antonio Razzi pronto a sostituirlo: ‘Giù le tasse e lavoro ai giovani, aspetto chiamata di Mattarella’

09/12/2016 - Mentre il presidente della Repubblica è impegnato nel frenetico giro di consultazioni che porterà alla designazione del nuovo premier, a Roma va in scena l’ennesimo Razzi-show.

Intervistato da Radio Cusano Campus, il vulcanico senatore pescarese di Forza Italia si è infatti detto “prontissimo" a rispondere all’eventuale chiamata del Capo dello Stato per succedere a Matteo Renzi. “Non mi tirerei mai indietro – ha dichiarato ai microfoni di Andrea Di Ciancio -, ho lavorato tutta la vita e sono da sempre vicinissimo ai problemi della gente”.

Alla domanda su come andrebbe ad impostare il nuovo esecutivo, Antonio Razzi ha indicato come priorità il rilancio delle imprese riducendo Iva e contributi. Ma c’è di più: “Troppi giovani non hanno lavoro – ha sottolineato – e quindi si rende necessario fissare aliquote uniche, in modo da sostenere l’economia. Solo così il Paese tornerà a sorridere”.

Al di là degli ambiziosi propositi di Razzi e in attesa della decisione di Mattarella, una cosa è certa: secondo il senatore abruzzese la ricetta migliore è richiamare Silvio Berlusconi alla guida del Paese. “Solo con lui – conclude - potremmo uscire rapidamente dalla crisi”.





Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2016 alle 12:25 sul giornale del 10 dicembre 2016 - 995 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, Silvio Berlusconi, pescara, crisi di governo, matteo renzi, consultazioni, vivere pescara, antonio razzi, articolo, Sergio Mattarella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aEs2