Tragedia della follia a Fontanelle: giovanissima uccisa a coltellate dall’ex ragazzo

Venerdì di sangue a Pescara: una ragazza di appena 26 anni, Jennifer Sterlecchini (foto tratta dal profilo Facebook), è stata uccisa a coltellate al termine di una lite dall'ex fidanzato, D.T.

Stando alle prime ricostruzioni dei Carabinieri l’uomo, un 32enne di Pescara, dopo l’omicidio avrebbe tentato di togliersi la vita utilizzando la stessa arma. Trasportato d’urgenza all’ospedale di Pescara, non sarebbe in pericolo di vita.

Secondo i primi rilievi degli inquirenti, nella tarda mattinata di oggi la giovane, da poco separata dal compagno, sarebbe entrata nell’abitazione di via Acquatorbida, a Fontanelle, con l’intenzione di riprendersi alcuni effetti personali lasciati in casa dopo la separazione. Mentre la madre della ragazza la attendeva fuori dal portone, nell’appartamento sarebbe scoppiato un violentissimo alterco, concluso con uno o più fendenti mortali. Subito dopo, utilizzando lo stesso coltello, l’uomo ha tentato di togliersi la vita ma è stato salvato dall’intervento dei Carabinieri e di un’ambulanza del 118, allertati proprio dalla madre della vittima e da una vicina di casa.

Sembra che proprio nei giorni scorsi i due avessero interrotto una lunga convivenza, sfociata nell’omicidio di stamattina. Tempo fa la famiglia Sterlecchini era stata colpita da un altro gravissimo lutto, con la scomparsa in circostanze tragiche del papà di Jennifer, operatore terapeutico molto noto e apprezzato in città.

Ad occuparsi dell’ennesimo caso di femminicidio sono i militari del Nucleo Investigativo di Pescara, diretti dal maggiore Di Pietro.

 





Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2016 alle 16:38 sul giornale del 03 dicembre 2016 - 898 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, pescara, femminicidio, vivere pescara, articolo, jennifer sterlecchini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aEdj