Degrado e ordine pubblico, il sindaco tra i cittadini scesi in strada contro le prostitute: ‘Telecamere per scoraggiare i clienti’

Prostituzione 1' di lettura 25/10/2016 - Strade invase dalle prostitute, marciapiedi sporchi, clochard dappertutto: a Pescara ormai il degrado dilaga in centro come in periferia, e il sindaco Alessandrini ha deciso di correre ai ripari. (foto d'archivio)

In questi giorni è in corso un’intensa attività di monitoraggio da parte del Servizio Anti-Degrado della Polizia Municipale diretto dal maggiore Danilo Palestini, concentrata su alcune zone a rischio sia nelle aree periferiche che nel centro cittadino. L’attività si affianca al tavolo tecnico sull’ordine pubblico che si riunisce ogni martedì.

In cima alla lista degli interventi c’è via De Gasperi, negli ultimi mesi presa letteralmente d’assalto da prostitute e clienti. La situazione, che ha portato alle veementi proteste del comitato dei residenti, ha spinto Marco Alessandrini a intervenire in prima persona, con la promessa di un consistente rafforzamento dei dispositivi di controllo in tutta la zona.

“Per scoraggiare tale fenomeno – ha dichiarato il Primo Cittadino - oltre all’ordinanza che riguarderà tutto il territorio cittadino, si sta pensando all’apposizione di telecamere lungo la via, dove ieri sera mi sono recato per incontrare i residenti”.

Il riferimento di Alessandrini non è affatto casuale, visto che proprio nei giorni scorsi è scattata una singolare forma di protesta, che ha portato i cittadini a scendere in strada fino a tarda notte per dissuadere con la loro presenza i clienti delle lucciole.

“Ai residenti – assicura il sindaco - ho riferito delle iniziative che prenderemo, assicurando tempi sostenibili perché vengano concretizzate e restituiscano una piena vivibilità sociale”.






Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2016 alle 16:43 sul giornale del 26 ottobre 2016 - 575 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, sicurezza, politica, ordine pubblico, prostitute, pescara, degrado, vivere pescara, marco alessandrini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCJo