I senegalesi rivedono la luce: ok da Vigili del Fuoco e Ferrovie per il nuovo mercatino, opposizioni in subbuglio

2' di lettura 24/05/2016 - Incassato il parere favorevole dei Vigili del Fuoco, nuovo importante passo avanti dell’Amministrazione comunale per la nascita del mercatino etnico nel sottopasso della stazione ferroviaria.

Nella giornata di oggi (martedì 24 maggio, n.d.r.) il sindaco Marco Alessandrini ha partecipato ad un vertice in Prefettura sul terzo sottopasso della stazione (foto), destinato ad ospitare le bancarelle rimosse la scorsa settimana dall’area di risulta.

La nuova location del mercatino, un ex parcheggio di proprietà delle Ferrovie dello Stato, è attualmente accessibile da via Ferrari e da tempo versa in gravi condizioni di degrado. Secondo le intenzioni del sindaco, il tunnel ospiterà le attività commerciali di tutti gli operatori in regola con i permessi.

Anche se manca ancora un commento ufficiale da Palazzo di Città, i rappresentanti di Rfi avrebbero dato parere favorevole, sebbene non ancora definitivo, per la concessione del sottopasso, a patto che vengano garantiti gli standard di legalità e sicurezza. Il costo dell’operazione di adeguamento del tunnel, anche in questo caso da confermare, si aggirerebbe intorno ai 70 mila euro.

La notizia, se da un lato ha rassicurato la vasta comunità di senegalesi presenti in città, sull'altro versante ha scatenato la protesta delle opposizioni, che annunciano battaglia in tutte le sedi istituzionali.

“Si tratta dell’ennesima vergogna del duo D’Alfonso-Alessandrini”, attacca il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri. “Giovedì mattina incontrerò il Prefetto Francesco Provolo, al quale chiederò formalmente di fermare questo scandalo che passa sopra la legge e soprattutto il buon senso”.

Nel mirino di Sospiri c’è in primo luogo l’assessore regionale alle Politiche sociali Marinella Sclocco, “che si è fatta togliere 50mila euro dal proprio bilancio, somme necessarie per l’assistenza dei poveri, degli anziani, dei disabili, per darli al sindaco più dannoso della storia di Pescara per riallestire sulle aree di risulta un nuovo mercato abusivo”.

“Appena ieri – prosegue l’esponente di FI - abbiamo scoperto la sveltina di Alessandrini che, alla chetichella, si è approvato la variazione di bilancio da 50mila euro per allestire il primo nucleo del nuovo mercato dei senegalesi a due passi dal mercato smantellato. Fatte due indagini, abbiamo scoperto che quei 50mila euro gli sono stati assegnati, nottetempo, dalla Regione Abruzzo, e che il presidente D’Alfonso, con il consenso complice dell’assessore Sclocco, ha tolto quei soldi dalle Politiche sociali, cioè li hanno sottratti ai nostri poveri, ai diversamente abili, agli anziani, per rifare un mercato abusivo”.

Nessuno sconto anche per le stesse Ferrovie dello Stato: “Con quale faccia Rfi concederà la propria autorizzazione all’uso del tunnel – si chiede Sospiri – dopo che nel 2013 hanno sbattuto fuori dalla stazione centrale, in quattro e quattr’otto, venti senza tetto privi di mezzi, innocui, malati, perché la loro presenza metteva a rischio la sicurezza dei passeggeri e dei cittadini?”