Notte di controlli in piazza Muzii: vigili e assessore ‘presidiano’ la movida, ma c'è chi invoca Prefetto e Questore

2' di lettura 08/05/2016 - Dopo le aspre polemiche dei giorni scorsi sulle ‘intemperanze’ del popolo della notte in piazza Muzii, ben 3 mezzi della Polizia Municipale hanno presidiato per ore il nuovo centro della movida pescarese. Il provvedimento arriva dopo l’incontro dell’assessore alle Attività produttive Giacomo Cuzzi con i rappresentanti di residenti e operatori commerciali.

“Giro di vite su piazza Muzii e zone limitrofe, dove da ieri la Polizia Municipale ha infittito presenza e attività, al fine di scoraggiare comportamenti negativi”, ha annunciato Cuzzi, che tra l’altro ha deciso di partecipare in prima persona alla serata in piazza. “Presto – prosegue l’assessore - partiranno provvedimenti per consentire la sostenibilità dell’intrattenimento che lì si è affermato negli ultimi anni e a cui non vogliamo rinunciare, sempre in sintonia con la legittima aspirazione alla tranquillità da parte dei residenti”.

“Divertimento e civiltà – sottolinea - non possono più essere distinti, ma devono procedere di pari passo come accade in tante altre città italiane e d’Europa. Per questo, non tollereremo più situazioni al limite del degrado, e i controlli continueranno ad esserci. Nel corso dell’intervento non abbiamo rilevato particolari criticità e ho avuto modo di sincerarmi di persona che la serata è trascorsa serenamente”.

Questione chiusa? Niente affatto: “Gli interventi-spot del Comune non fermano la bolgia di piazza Muzii”, tuona il coordinatore cittadino di Forza Italia Guido Cerolini Forlini. “Invitiamo ufficialmente il Prefetto di Pescara Francesco Provolo e il Questore Paolo Passamonti a trascorrere una serata nel quartiere – prosegue l’ex assessore -, per verificare con i propri occhi e sentire con le proprie orecchie cosa accade dalla mezzanotte in poi. Li invito a trascorrere qualche ora sul posto, in completo anonimato, per rendersi conto personalmente della confusione, del caos sotto le abitazioni, della musica ad altissimo volume, ma soprattutto delle problematiche sociali e di ordine pubblico per la presenza di soggetti in forte stato di alterazione che fanno i propri bisogni all’aperto, urlano, schiamazzano, e che ogni fine settimana trasformano il quartiere in un inferno senza alcun controllo”.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2016 alle 16:55 sul giornale del 09 maggio 2016 - 835 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, politica, movida, pescara, vivere pescara, paolo passamonti, guido cerolini forlini, giacomo cuzzi, piazza muzii, forza italia pescara, articolo, polizia municipale pescara, francesco provolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awGO