Aeroporto d’Abruzzo nella bufera, ma il traffico ‘tiene’: +7% nel 2016. Nuovi collegamenti per Torino e Olbia

1' di lettura 03/05/2016 - Nonostante le polemiche che da mesi infuriano intorno allo scalo pescarese, sono decisamente confortanti gli ultimi dati diffusi dalla Saga sul traffico passeggeri: nei primi 4 mesi dell’anno l’aeroporto ha registrato 174mila presenze, con un significativo +7% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Finora non appaiono particolarmente evidenti gli effetti della sospensione dei collegamenti con Fiumicino, visto che la flessione per il mese di aprile si attesta intorno al 3%. Al contrario, la riduzione del traffico sembra dovuta in primis alle conseguenze degli attentati terroristici di Bruxelles, con riflessi negativi soprattutto sui collegamenti verso il nord Europa.

“La crescita registrata nel primo quadrimestre – fanno sapere dalla Saga - assume un significato positivo soprattutto se si tiene conto che nello stesso arco temporale l’insieme degli scali sotto 1 mln di passeggeri ha perso oltre il 4%”.

In attesa di risolvere il nodo Ryanair, nei prossimi mesi l'aeroporto beneficerà del volo Wizz Air, riattivato lo scorso 25 marzo per la tratta Pescara-Bucarest, in servizio due volte a settimana. Dall’11 giugno spazio ai voli per Olbia e soprattutto al nuovo collegamento per Torino, garantito dalla compagnia Blue Air a partire dal 3 ottobre con tre frequenze settimanali (lunedì, mercoledì e venerdì).

“Il volo – si legge ancora sulla nota della Saga -, che risponde alle esigenze di mobilità della comunità abruzzese e del traffico business, rientra nella politica di espansione del vettore sui principali scali italiani ed è stato fortemente voluto dall’aeroporto di Torino”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2016 alle 17:49 sul giornale del 04 maggio 2016 - 833 letture

In questo articolo si parla di attualità, trasporti, economia, torino, pescara, romania, sardegna, olbia, vivere pescara, aeroporto d'abruzzo, saga, aeroporto di pescara, marco verri, bucarest, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awwn