Medusa porta pioggia e neve: primavera cancellata, disagi a Pescara. E domani arriva la ‘beffa’: sole e caldo

1' di lettura 25/04/2016 - Come annunciato nei giorni scorsi, il ciclone Medusa non risparmia Pescara e provincia, portando sia in città che nell’entroterra pioggia, vento e temperature in picchiata. E se il capoluogo da oltre 48 ore è sferzato da una pioggia incessante, in diversi Comuni della provincia come Sant'Eufemia a Maiella ha fatto la sua ricomparsa la neve, presente anche a quote medio-basse (900 metri).

Le abbondanti precipitazioni cadute in queste ore, con mare molto mosso e intense raffiche di vento da nord, hanno provocato diversi disagi in città, con forti rallentamenti del traffico in particolare a Porta Nuova e intorno alla stazione ferroviaria.

Al ‘danno’ di dover rinunciare alle tradizionali scampagnate del 25 aprile, in questo caso si unisce anche la beffa, visto che già dal tardo pomeriggio di oggi secondo gli esperti i fenomeni saranno in attenuazione, e da domani (martedì 26 aprile) tornerà a splendere il sole.

Per aggiornamenti sulle previsioni, consultare la pagina di Vivere Pescara dedicata al meteo.



di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2016 alle 12:06 sul giornale del 26 aprile 2016 - 739 letture

In questo articolo si parla di attualità, 25 aprile, maltempo, neve, pioggia, pescara, Abruzzo, meteo, previsioni meteo, vivere pescara, marco verri, articolo, ciclone medusa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aweM