Vuoi essere tu il cuoco del futuro? I segreti dei grandi chef all’Aurum di Pescara

2' di lettura 11/03/2016 - Organizzato dall’Unione Cuochi Abruzzesi in collaborazione con le associazioni di Molise e Marche e con il patrocinio del Comune di Pescara, si svolgerà lunedì 14 marzo all’Aurum il seminario dal titolo 'Il Cuoco del futuro - formazione, ricerca, condivisione'.

Si tratta di un incontro che traccerà lo stato dell’arte della cucina dell’area centro-adriatica, illustrando anche i percorsi di crescita professionale che consentono al cuoco contemporaneo di essere sempre aggiornato sull’utilizzo di tecniche e tecnologie al servizio della valorizzazione dei prodotti locali, della salute a tavola e della sostenibilità anche economica dell’attività di ristorazione.

Ospiti di eccezione saranno Rocco Pozzulo, presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi, e Franco Luise, executive chef di cucina del Waldorf Astoria di Gerusalemme e prolifico scrittore di testi professionali e ricettari. Luise ha lavorato in alcuni dei luoghi sacri dell’alta ospitalità, come Cipriani di Venezia, Lapa Palace di Lisbona, Hotel Caruso di Ravello, Suvretta House di St. Moritz e Molino Stucky di Venezia.

Sarà interessante ascoltare anche l’esperienza William Zonfa, chef stellato abruzzese de La Magione Papale a L’Aquila, che negli ultimi anni ha intensificato i suoi viaggi all’estero, affermandosi come un vero e proprio ambasciatore dei prodotti regionali.

Dopo l’introduzione del presidente dell’Unione Cuochi Abruzzesi Andrea De Felice, interverranno Gabriella Bugari dell’Unione Cuochi Marche, Vittorio Sallustio dell’Unione Cuochi Molise e il dirigente scolastico dell’Ipssar De Cecco di Pescara Alessandra Di Pietro. Infine, spetterà al professor Ezio Sciarra ripercorrere l’evoluzione sociale del cuoco.

Le relazioni saranno intervallate dalle considerazioni di Enzo Vizzari, direttore delle guide de L’Espresso e da Massimo Di Cintio, giornalista enogastronomico, socio onorario della FIC e ideatore dell’evento Meet in Cucina.

“Obiettivo principale dell’incontro – spiega De Felice – è analizzare quali debbano essere le caratteristiche professionali del cuoco contemporaneo e confrontare lo stato dell’arte della cucina di tre regioni vicine che condividono una parte di storia e di cultura, anche alla luce di nuovi percorsi congiunti di valorizzazione dei territori e dei prodotti dell’enogastronomia”.

Nel corso dell’incontro sarà presentata la 26esima edizione de Lu Carrature d’Ore, che dal 21 al 23 marzo vedrà la partecipazione di oltre venti cuochi regionali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2016 alle 15:03 sul giornale del 12 marzo 2016 - 1821 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, lavoro, cucina, spettacoli, pescara, Abruzzo, chef, aurum, aurum la fabbrica delle idee, cucina abruzzese, massimo di cintio, ezio sciarra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auI3