Pensionato rovista tra i rifiuti e profughi vanno a spasso, la sfida di Sospiri in una foto: ‘Scempio sociale’

2' di lettura 03/03/2016 - Una foto scattata nei pressi di un semaforo, in cui si vede un anziano rovistare tra i rifiuti e, a qualche metro di distanza, un gruppetto di stranieri che lo osservano: parte da questa immagine la provocazione di Lorenzo Sospiri, che rilancia la polemica su immigrati e povertà.

“Una spesa di 29milioni e mezzo di euro per assistere, nel 2016, 2.900 immigrati portati in Abruzzo, a fronte dei 16milioni e mezzo che verranno investiti per dare un minimo supporto alle 217mila famiglie abruzzesi che vivono in povertà o in una condizione di disagio, in quanto anziani o invalidi”, attacca il consigliere regionale di Forza Italia. “È questo il paradosso che si annuncia per il nuovo anno, e che ho ritrovato in una fotografia scattata a un semaforo, con un italiano che rovistava tra i rifiuti a caccia di cibo, e, accanto a lui, alcuni stranieri-presunti profughi che lo osservano mentre vanno a spasso, senza doversi preoccupare di trovare un lavoro, procurarsi uno stipendio, o comprarsi da mangiare. Forza Italia avvierà una nuova battaglia per fermare quello che non esitiamo a definire uno scempio sociale, un razzismo senza precedenti che vede soccombere gli abruzzesi”.

Secondo il capogruppo di FI in Consiglio regionale, l’immagine rappresenta un campanello d’allarme per una regione “che sta andando velocemente verso il baratro”. “Un anziano disperato – prosegue Sospiri - mentre quegli stranieri ridevano, scherzavano e andavano tranquillamente a passeggio. E la ragione di tutto ciò sta nei numeri di una Regione spaventosamente razzista con gli abruzzesi”.

I dati snocciolati dal consigliere regionale a suo parere giustificherebbero in pieno le accuse rivolte nelle ultime settimane al Partito Democratico, definito “nemico degli italiani”. “In Abruzzo ci sono 80mila cittadini che vivono in situazioni di povertà relativa e 30mila in povertà assoluta; poi abbiamo 37mila anziani ultrasettantacinquenni, con tutte le problematiche sociali e sanitarie annesse, e 70mila persone con invalidità. Dunque disponiamo di 16milioni e mezzo di euro per assistere 217mila famiglie, mentre le quattro Prefetture abruzzesi hanno appena pubblicato bandi da 29milioni e mezzo per assistere appena 2.900 migranti, tra i quali moltissimi presunti rifugiati. E il tutto accade nel silenzio del Governatore D’Alfonso e del PD”.

.



di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2016 alle 13:51 sul giornale del 04 marzo 2016 - 5451 letture

In questo articolo si parla di immigrati, sociale, politica, migranti, pescara, povertà, Abruzzo, Poveri, rifugiati, vivere pescara, lorenzo sospiri, marco verri, forza italia abruzzo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auoV