Non paga il parcheggio e reagisce con una brutale aggressione: giovane in fuga dall’area di risulta

1' di lettura 21/12/2015 - Un bruttissimo fatto di cronaca è avvenuto nelle prime ore di stamane nel parcheggio dell’area di risulta, a poche decine di metri dalla stazione centrale. Un giovane di cui non è stata ancora resa nota l’identità, si è rifiutato di pagare il parcheggio, spingendo l’operatore a elevare una multa. Da qui, è scattata una brutale aggressione, con l’ausiliario di Pescara Parcheggi aggredito a calci e pugni.

La vittima è Giovanni De Luca, operatore del traffico in servizio presso il grande parcheggio a due passi dal centro cittadino. Trasportato al pronto soccorso, l’uomo ha subito diversi traumi cranici e al torace ma se la caverà con qualche giorno di riposo. Determinante è stata la sua testimonianza per risalire all’identità dell’aggressore, datosi alla fuga subito dopo i fatti. Dai primi rilievi risulta che l’uomo già in passato sarebbe stato segnalato per comportamenti simili.

“Vista la multa sul parabrezza dell’auto – ha raccontato De Luca -, non ha esitato ad aggredirmi con calci e pugni, lasciandomi a terra con la multa ricevuta e andando via, mentre il collega avvertiva ambulanza e forze dell’ordine”.

L’ausiliario del traffico ha ricevuto in ospedale la visita del vicesindaco. “Un fatto incredibile e ingiustificabile – ha commentato Enzo Del Vecchio -, mai verificatosi prima con tale violenza. All’operatore vanno gli auguri dell’amministrazione per una pronta guarigione”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2015 alle 19:06 sul giornale del 22 dicembre 2015 - 427 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, aggressioni, vivere pescara, marco verri, articolo, pescara parcheggi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arSI