Aereo scomparso a Stromboli, pescaresi trovano relitto e corpo del pilota: è il recordman dei voli in solitaria

1' di lettura 24/11/2015 - Le tracce di un aereo ultraleggero sono letteralmente scomparse dai radar nella serata di ieri, lunedì 23 novembre, dando il via alle frenetiche attività di ricerca della Direzione Marittima di Catania, subito concentratesi nella zona a sud di Stromboli. (foto d'archivio)

Dopo poche ore, da Pescara è partito il 3° Nucleo Aereo della Guardia Costiera, chiamato a supportare le operazioni di ricerca e soccorso. E proprio il velivolo ATR 42MP, decollato alle 23 dal capoluogo abruzzese, ha individuato tramite il radar di bordo il corpo di uno dei due componenti dell’equipaggio. Subito dopo è stato rinvenuto anche il relitto dell’aereo incidentato.

Si tratta di Giuseppe Alabiso, medico di Gela, considerato da tutti un pilota molto esperto. L’uomo era noto per essere il detentore del record per il volo in solitaria più lungo del mondo, da Gela fino a Capo Nord.

Mentre gli esperti tentano di ricostruire le cause dell’incidente, i mezzi della Guardia Costiera sono a lavoro per individuare il secondo passeggero a bordo dell’ultraleggero.






Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2015 alle 17:01 sul giornale del 25 novembre 2015 - 908 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, Gela, catania, sicilia, incidente aereo, vivere pescara, guardia costiera di pescara, articolo, stromboli, guinness dei primati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqQA