Sorpresi al porto turistico con 250kg di pesce pregiato: multa da 4mila euro per 3 pescaresi

1' di lettura 03/11/2015 - Multa da 4000mila euro per un gruppetto di pescaresi sorpresi al porto turistico con 5 esemplari di tonno rosso pescato illegalmente (nella foto).

Nella serata di ieri, lunedì 2 novembre, i militari della Guardia Costiera impegnati in servizi di polizia marittima a terra sono intervenuti presso il porto turistico Marina di Pescara, interrompendo una attività di commercializzazione illecita perpetrata da alcuni cittadini pescaresi. In violazione delle normative vigenti, il gruppo era intento a trasportare e commercializzare esemplari di tonno rosso.

Il blitz è scattato quando i militari hanno notato un furgone sospetto in transito: fermato e ispezionato, all’interno del mezzo sono stati rinvenuti prodotti ittici di provenienza illecita. L’intervento ha portato quindi al sequestro di 5 esemplari di tonno rosso con un peso complessivo di oltre 250 kg. La Guardia Costiera ha quindi comminato sanzioni amministrative per 4000 euro oltre al fermo amministrativo del mezzo di trasporto utilizzato.

“La pesca di questa specie - ricordano dalla Direzione Marittima - in questo periodo è vietata per motivi connessi alla tutela degli stock ittici presenti nel Mediterraneo”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2015 alle 15:34 sul giornale del 04 novembre 2015 - 589 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesca, mare, pescara, mare adriatico, tonno rosso, vivere pescara, marina di pescara, guardia costiera di pescara, marco verri, articolo, pesca illegale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apZA