Il Centrosinistra certifica la rinascita dell’Aurum: ‘I numeri lo dimostrano, con noi la cultura ha un altro passo’

2' di lettura 03/11/2015 - Numeri importanti per l’Aurum (foto), la ‘fabbrica delle idee’ fiore all’occhiello della cultura pescarese che da oltre un anno è passata sotto la gestione dell’amministrazione di Centrosinistra.

I dati sono stati presentati in conferenza stampa dall’assessore al Patrimonio Culturale Paola Marchegiani e dal responsabile amministrativo della struttura Licio Di Biase.

“Stiamo raccogliendo i frutti di una politica di razionalizzazione dei costi e attenzione agli sprechi – sottolinea la Marchegiani -, e per quanto riguarda l'Aurum abbiamo dei numeri più che positivi. Non potevamo permetterci di continuare la politica del passato e indipendentemente dai nostri giudizi sulla linea adottata da chi ci ha preceduto, quella politica andava cambiata, perché ci ha portato al predissesto e non è riuscita ad offrire ciò che Pescara merita dal punto di vista gestionale e culturale”.

“Quando sono finiti i fondi – incalza l’assessore - abbiamo messo in moto il cervello e il risultato è evidente. Questa situazione ci ha imposto rigore, ma tale virtuosismo ha dato risposte positive, raddoppiando gli introiti dell'Aurum ed eliminando la pratica della gratuità, che è stata la prassi di chi ci ha preceduto. Ma se da un lato abbiamo ristretto l’ingresso, dall’altro abbiamo abbassato i costi, cosa che ha permesso a tutti di poter usufruire della struttura”.

“Aurum, ma anche Circolo Aternino, auditorium Cerulli e Vittoria Colonna: le prenotazioni sono centralizzate, le gestiamo con il sito Accade a Pescara”, aggiunge Licio Di Biase. “Con meno personale, riusciamo ad avere introiti maggiori perché la struttura è messa a regime. Inoltre, per quanti non possono usufruirne perché gli spazi sono occupati o per via dei costi, stiamo proponendo l'auditorium Cerulli, attivato proprio per agevolare le piccole associazioni che hanno budget limitati ma tanta voglia di fare. Per l’estate abbiamo ospitato circa 20.000 persone negli oltre cento eventi organizzati”.

Subito dopo, lo stesso Di Biase e l’assessore Marchegiani hanno passato al setaccio i dati sugli incassi, evidenziando come gli introiti per eventi sono passati dai 18 milioni della precedente gestione ad oltre 35 milioni nei 12 mesi successivi (1 luglio 2014 – 30 giugno 2015).

“Al 30 giugno 2015 – conferma Di Biase - in totale abbiamo un incremento del 63,37% rispetto al 30 giugno 2013 e del 101,93% rispetto al 30 giugno 2014”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2015 alle 17:00 sul giornale del 04 novembre 2015 - 445 letture

In questo articolo si parla di cultura, politica, pescara, vivere pescara, aurum, aurum pescara, licio di biase, marco verri, articolo, paola marchegiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apZW