Uno su 26 milioni: 36enne pescarese dona midollo a bimbo malato di leucemia

19/06/2015 - Su 26 milioni di donatori sparsi in tutto il mondo è risultato perfettamente compatibile, ed è così che un 36enne di Pescara ha donato il midollo osseo a un bimbo di appena 8 anni, affetto da una grave forma di leucemia. (foto d'archivio)

Giovedì 18 giugno, presso il dipartimento di Ematologia del nosocomio pescarese, il giovane è stato sottoposto all’operazione che potrebbe ridare la vita al bambino ricoverato da tempo in un ospedale della Capitale. In sala operatoria erano presenti il Dott. Paolo Di Bartolomeo, il Dott. Valerio Cecinati e la Dott.ssa Annalisa Natale, che hanno prelevato 700 ml di sangue midollare. Subito dopo le cellule sono state trasportate a Roma e già in serata è avvenuto il trapianto. “Ora – spiegano i sanitari - non resta che incrociare le dita e attendere alcune settimane per conoscere l’esito”.

Il trapianto rappresentava l’unica possibilità di salvezza per il bambino, e tutte le prove di compatibilità sono state eseguite con la tecnica del DNA presso il Centro Regionale di Immunoematologia dell’Ospedale San Salvatore de L’Aquila. Il donatore, iscritto ad ADMO Abruzzo, dopo l’operazione non ha avuto alcun problema e il giorno seguente è stato dimesso. Oltre al prezioso dono, il ragazzo ha inviato al bambino un bel disegno su cui ha riportato anche il suo sentito ‘in bocca al lupo’.

ADMO Abruzzo, che ha sede a Pescara in via Avezzano, da oltre vent’anni è impegnata nell’attività di reclutamento di volontari disposti a donare il proprio midollo nel caso risultassero compatibili con un paziente ricoverato in qualsiasi ospedale del mondo.

“Ad oggi – spiegano i responsabili - sono 6000 i donatori abruzzesi che fanno parte di un pool mondiale di circa 26 milioni di individui. L’espianto di midollo effettuato ieri è il 52° eseguito in un donatore abruzzese. In 37 casi il midollo osseo era destinato a pazienti italiani ed in 15 a pazienti stranieri”.

Il midollo osseo può essere donato da tutte le persone di età compresa tra i 18 e 35 anni con un peso corporeo superiore ai 50 kg. Prima di essere inseriti nell’elenco dei donatori è necessario sottoporsi ad un normale prelievo di sangue che mappa i dati genetici. Per maggiori informazioni: Admo Abruzzo.



di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 19-06-2015 alle 18:53 sul giornale del 20 giugno 2015 - 835 letture

In questo articolo si parla di attualità, sociale, roma, solidarietà, pescara, leucemia, vivere pescara, ospedale di pescara, marco verri, articolo, donazioni midollo osseo, admo abruzzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akVU