Black out, Enel risarcirà abruzzesi con 26mln: indennizzi fino a 300 euro

1' di lettura 17/06/2015 - L’Enel erogherà indennizzi in Abruzzo per complessivi 26 milioni a seguito dei black out di energia elettrica verificatisi durante l’ondata di maltempo che ha colpito ampie zone del territorio nel marzo scorso. Lo ha comunicato il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso.

Dal 5 al 7 marzo, in piena emergenza meteo per i violenti nubifragi che avevano colpito la regione, 117mila utenze dell’Enel dislocate nei comuni abruzzesi hanno subito interruzioni prolungate anche per oltre 24 ore; in alcuni casi l’interruzione del servizio perdurò per diversi giorni. Come assicurato da Enel al Presidente nel corso dell’emergenza, sulla base di parametri stabiliti dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, l’azienda ha avviato l’erogazione degli indennizzi per i clienti abruzzesi aventi diritto, per i quali non è necessario presentare richiesta.

I Comuni interessati sono oltre 200 e i ristori varieranno in base alla durata dell’interruzione, al numero di abitanti della zona interessata e alla tipologia di cliente. Gli indennizzi verranno trasferiti direttamente in bolletta dalla società di vendita con cui il cliente ha il contratto di fornitura. Per le utenze domestiche è previsto un massimo di 300 euro mentre per le attività commerciali e produttive si potrà arrivare fino a 6.000 euro.

“Ho ritenuto – ha commentato D’Alfonso – che il protrarsi per un lungo periodo di tempo dell’interruzione dell’erogazione della energia elettrica richiedesse un intervento ristoratore dei gravi disagi avuti dalla cittadinanza e dalle imprese. Abbiamo ottenuto un risultato molto importante”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2015 alle 15:32 sul giornale del 18 giugno 2015 - 610 letture

In questo articolo si parla di attualità, enel, maltempo, black out, pescara, Abruzzo, regione abruzzo, risarcimenti, rimborsi enel, luciano d'alfonso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akPD