Nuove rampe asse attrezzato, tensioni alla vigilia dell’inaugurazione. Sospiri: ‘Sindaco, basta bugie!’

2' di lettura 29/05/2015 - Tensioni alla vigilia dell’inaugurazione delle nuove rampe dell’asse attrezzato. In attesa della cerimonia con cui, sabato 30 maggio, la Giunta comunale al gran completo e il Governatore Luciano D’Alfonso presenteranno alla cittadinanza le nuove rampe di accesso, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Lorenzo Sospiri attacca a testa bassa il sindaco (foto).

“Alessandrini si sta fortemente candidando a conquistare il suo secondo Tapiro. Nella presentazione dell’evento ha dimenticato, ancora una volta, di riconoscere il merito di chi quell’opera l’ha pensata, consentita, finanziata, fatta progettare e appaltata il 21 novembre 2012, aprendo anche il cantiere nell’aprile del 2013, ovvero il sindaco Luigi Albore Mascia. Per evitare le solite figuracce, consiglio al sindaco Alessandrini di rileggersi le carte, con le relative date, prima del suo discorso alla folla, imparando, una volta per tutte, a dare a Cesare quel che è di Cesare”.

“Quando il Centrodestra si è insediato al governo della città – ha sottolineato Consigliere – delle quattro nuove rampe dell’asse attrezzato c’era solo un’idea risalente addirittura al Piano della Mobilità della Giunta Pace, la stessa che aveva progettato il raddoppio del Ponte di Villa Fabio e la strada-pendolo. Sulle rampe non c’era una carta, né un disegno, né uno scarabocchio: la Giunta Albore Mascia si è messa al lavoro e ha dato concretezza all’idea preliminare dell’allora assessore Lucio Candeloro. Nel 2012 è partita la gara d’appalto, per un importo complessivo di 3.449.563 euro, e l’aggiudicazione c’è stata esattamente il 21 novembre 2012, per 2.432.000 euro. Bastano queste date per capire che, al contrario di quanto afferma Enzo Del Vecchio, l’attuale Governatore D’Alfonso non ha affatto visto decollare l’opera quando era ancora sindaco, visto che non ricopriva più la carica da quattro anni”.

Il riferimento di Sospiri è alle dichiarazioni con cui il vicesindaco ha presentato la cerimonia di domani (link articolo).

Ma non basta: “La prima parte dei lavori – prosegue - ha riguardato l’adeguamento della rotatoria di via Aterno, altra opera-pasticcio ereditata dalla giunta D’Alfonso che, in sei anni, non aveva neanche pensato a fare gli espropri delle aree necessarie per ospitare la struttura e, di conseguenza, consentire la costruzione delle rampe. Domani – conclude il Capogruppo di FI - il sindaco avrà l’onore di inaugurare un’opera strategica per la mobilità cittadina, un punto di collegamento fondamentale per agevolare il traffico verso l’ospedale, verso il Tribunale, e verso tutta la parte ovest di Pescara, un’opera in cui però la sua Giunta non ha messo una virgola, e che porta per intero la firma del sindaco Albore Mascia”,






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2015 alle 18:17 sul giornale del 30 maggio 2015 - 503 letture

In questo articolo si parla di traffico, viabilità, forza italia, politica, Comune di Pescara, vivere pescara, Luigi Albore Mascia, luciano d'alfonso, Asse attrezzato, lorenzo sospiri, forza italia pescara, articolo, enzo del vecchio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aj9R