Naufragio al largo di Civitanova, Guardia Costiera di Pescara cerca due dispersi

2' di lettura 02/04/2015 - Grave incidente in mare stamattina a circa due miglia dalla costa di Civitanova Marche, con l’affondamento di un peschereccio adibito alla raccolta di cozze. L’incidente, causato con tutta probabilità da un’onda anomala, ha provocato la morte di due marittimi mentre altre due persone risultano disperse in mare.

Pochi minuti dopo il sinistro, il velivolo ATR 42 MP del 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara (foto) è stato dirottato nella zona interessata per partecipare alle operazioni di salvataggio e recupero.

“Le ricerche vanno avanti senza soluzione di continuità – confermano dalla Direzione Marittima – grazie all’avvicendamento degli equipaggi, mentre l’assetto operativo si predispone al fine di assicurare gli interventi fino al termine delle esigenze”.

Come riportato dai colleghi di Vivere Civitanova, i fatti sono accaduti intorno alle 6 e riguardano il peschereccio Sparviero, imbarcazione di sei metri costruita nel 1997 con a bordo sei persone. Il 23enne Leonardo Coccia ed il comandante di 37 anni, Aldo Leo, entrambi residenti a Cagnano Varano (Foggia), si sono salvati rimanendo aggrappati al tetto della barca.

Nessuna speranza, invece, per Michele Fini (25enne di San Giovanni Rotondo) e Giorgio Toma Viorel (romeno di 19 anni), morti per ipotermia. I due marittimi dispersi in mare, anch’essi di origine romena, sono il 35enne Maroga Costeli e Simon Vasile, 39 anni. Le ricerche dei dispersi e dell'unità affondata risultano particolarmente difficili a causa della scarsa limpidezza delle acque, rese torbide dalle mareggiate e dal forte vento che ancora sferza da sud-est.

Aggiornamento venerdì 3 aprile, ore 12: Non ci sono più speranze di trovare in vita i due marittimi romeni imbarcati sul peschereccio naufragato giovedì al largo di Civitanova. In attesa della conferma ufficiale delle autorità, il bilancio della tragedia in mare sale quindi a 4 vittime. Le ricerche, rese difficili dal mare in burrasca, sono state sospese nelle prime ore di stamattina. I Vigili del Fuoco e la Guardia Costiera hanno fatto sapere che le operazioni riprenderanno appena le condizioni del tempo lo consentiranno.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2015 alle 19:45 sul giornale del 03 aprile 2015 - 1406 letture

In questo articolo si parla di cronaca, civitanova marche, pescara, vivere pescara, guardia costiera di pescara, direzione marittima di pescara, marco verri, articolo, incidenti in mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahBl