Pescara si mobilita per Charlie Hebdo: fiaccolata per la libertà in piazza Salotto

2' di lettura 11/01/2015 - Fiaccolata di solidarietà a Pescara per le vittime degli attentati terroristici di Parigi. Nella giornata di oggi, domenica 11 gennaio, è stata infatti organizzata una manifestazione che, al grido di ‘Je suis Charlie’ e con in pugno le famose matite dei redattori di Charlie Hebdo, renderà onore alle vittime del barbaro attentato, lanciando un grido a difesa della libertà di stampa e di espressione.

La fiaccolata, a cui aderisce la Giunta comunale al gran completo, insieme a vari esponenti del Partito democratico e di Sinistra Ecologia e Libertà, “mira ad esprimere vicinanza e solidarietà alle famiglie delle vittime dell'attacco alla rivista, agli altri caduti nelle operazioni successive, e ad un intero Paese preso di mira: cittadini, poliziotti, persone travolte da una violenza che non potrà mai essere sinonimo di civiltà e vettore di cambiamento”.

“L'attentato parigino contro la redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo – si legge nel comunicato del Comune - e gli attacchi successivi in cui hanno perso la vita altre 5 persone, non sono solo uno schiaffo alla libertà di informazione, ma anche ai valori profondi di cui la libertà di stampa è una delle bandiere. Anche il Comune di Pescara sfilerà accanto a tutti coloro che, insieme, a prescindere dal credo religioso e dalla propria origine, oltre alla solidarietà sentono il bisogno di affermare l'importanza di un diritto inalienabile qual è quello della libertà di espressione”.

“Saremo in piazza per questo – prosegue la nota - e soprattutto perché riteniamo che la democrazia avrà sempre bisogno di voci libere e autonome che informano, fanno inchieste e commentano in uno spirito di libero dibattito e di confronto intellettuale”.

“Lungi dal voler dividere il mondo in buoni e cattivi – spiegano i referenti locali di Sel - la manifestazione intende far propri i valori universali di tolleranza, libertà di espressione, ripudio della violenza e del fanatismo, laicità, pace, fratellanza fra i popoli e dialogo interreligioso, senza i quali l'umanità sarà sempre più trascinata in una spirale di guerra e terrore”.

L'appuntamento è fissato alle ore 17 in piazza Salotto, e tutti i partecipanti sono invitati a portare con sè una matita.






Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2015 alle 11:20 sul giornale del 12 gennaio 2015 - 1264 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, parigi, politica, islam, pescara, terrorismo, francia, attentati, al qaeda, ISIS, Comune di Pescara, Sel Pescara, vivere pescara, marco alessandrini, articolo, attentati terroristici, charlie hebdo, je suis charlie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adQB